Il retroscena su Frizzi: "Un amico voleva fregarlo"

Dagospia svela un retroscena su i mesi che hanno precedutola morte di Fabrizio Frizzi. Quella confessione ad una giornalista di Avvenire

Dagospia svela un retroscena su i mesi che hanno precedutola morte di Fabrizio Frizzi. Di fatto il conduttore, come riporta il sito di Roberto D'Agostino, il conduttore aveva qualche timore per il suo posto in conduzione a l'Eredità. Infatti Dago cita un racconto che aveva riportato la giornalista Tiziana Lupi su Avvenire proprio subito dopo la morte di Frizzi. La Lupi aveva scritto: "L’anno scorso Fabrizio mi aveva confidato che un collega stava tentando di soffiargli la conduzione de L’eredità o, almeno, condividerla con lui. Naturalmente era molto arrabbiato, ma non per il programma in se stesso quanto perché quell’azione veniva da qualcuno che si professava suo amico…".

Parole pesanti che alzano un velo su quel rapporto tormentato tra lo stesso Frizzi e viale Mazzini. Il conduttore nel corso della sua carriera ha avuto alcuni momenti di difficoltà in Rai, momenti in cui si sarebbe sentito ferito e a volte messo ai margini. Ma una delle sue indiscutibili qualità era proprio quella di saper rinascere dalle difficoltà riuscendo quasi sempre a dar vita a successi in termini si share e di affetto da parte del pubblico. All'Eredità il conduttore aveva trovato una nuova giovinezza professionale. Al timone del quiz show di Rai Uno aveva ottenuto un grande successo al punto da far scordare Conti che da sempre è stato un po' il padrone di casa della "ghigliottina". Qualcuno però voleva fregare Frizzi. Chi sarà l'amico che lo avrebbe tradito?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Accademico

Mer, 09/05/2018 - 14:06

Il dott. Frizzi era veramente una Persona perbene. Insostituibile, perfino da Conti, il cosiddetto "padrone di casa" del Programma. Ho detto tutto.