Salmo: “X Factor? Non ho deciso, lo farei ma non per diventare famoso"

Salmo potrebbe essere uno dei nuovi giudici di X Factor: a rivelarlo è il rapper, che ha specificato di non aver cambiato la sua idea sui talent show

Salmo: “X Factor? Non ho deciso, lo farei ma non per diventare famoso"

L’addio di Fedez e Manuel Agnelli a X Factor ha scatenato una serie di ipotesi sui possibili sostituti e, tra questi, il rapper Salmo pare sia uno dei nomi più quotati.

Anni fa, Salmo aveva raccontato di aver rifiutato per ben tre anni di fila la proposta della produzione di X Factor di entrare a far parte del cast di giudici, ma ad oggi potrebbe aver cambiato idea. Se nel 2017 dichiarava a Vanity Fair che “i talent show sono e rimangono funzionali per i giudici ma non per i talenti che competono”, in una intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano spiega di non aver cambiato idea, ma di aver valutato la proposta di partecipare all’edizione numero 13 di X Factor.

Mi stanno chiedendo di andare. Ancora non ho deciso – ha spiegato Salmo - Potrei farlo ma solo per divertirmi non per diventare famoso”. Il rapper di Olbia, inoltre, ha precisato: “Questo non cambia il mio pensiero sui talent: ci sono anche altre strade, forse meno facili ma più funzionali”.

Consapevole di aver raggiunto il successo facendo la gavetta, Salmo si è detto felice del suo percorso professionale: “Tutto quello che volevo fare l' ho fatto e, soprattutto, a modo mio. Ora potrei fare qualsiasi cosa”, ha raccontato, lasciandosi andare ad esternazioni su alcuni colleghi. Se l’ultimo lavoro discografico di Fedez non gli è affatto piaciuto, Salmo ha dimostrato di avere profonda stima nei confronti di Fabri Fibra: “E’ il mio maestro. Per me le sue interviste sono Vangelo. Lucido e intelligente – ha detto - Ha scritto cose lui sulla droga in Mr. Simpatia che in confronto Sfera Ebbasta è un' educanda”.

E, proprio in merito al caos scatenatosi intorno a quest’ultimo dopo la tragedia di Corinaldo, Salmo ha spiegato: “Non so come riuscirà a uscirne [...] Poteva succedere a chiunque. Il problema è che gli italiani ti fanno una foto e quella ti si appiccica. Ricordate Masini? O Mia Martini? La gogna mediatica ti taglia la testa”.

Commenti