Sanremo, Fedez si salva: "Il video non comporta l'esclusione"

Gli organizzatori del festival di Sanremo hanno ritenuto di non dover prendere provvedimenti nei confronti del rapper per la brevità del video condiviso sui social

Sanremo, Fedez si salva: "Il video non comporta l'esclusione"

Il caso è chiuso. Fedez e Francesca Michielin sono stati assolti. La Rai e la Direzione Artistica del festival di Sanremo hanno emesso l'atteso verdetto a poco meno di 24 ore dalla pubblicazione su Instagram del video per il quale il rapper e la cantante rischiavano la squalifica.

"L’Organizzazione del Festival e la Direzione Artistica di Sanremo 2021 - si legge nella nota ufficiale diffusa dagli organizzatori di Sanremo - pur esprimendo serio biasimo per l'accaduto, non ritengono di dover prendere alcun provvedimento in merito". Insomma Fedez è stato bacchettato per l'ingenuità commessa nel pubblicare, in anteprima, un estratto del canzone che porterà all'Ariston in coppia con l'ex vincitrice di X Factor, ma niente di più. Del resto i precedenti - da Paola e Chiara a Cristicchi e ancora Einar e Riki - erano tutti a favore della "grazia" e così é stato. Fedez e Francesca Michielin saranno in gara alla 71esima edizione della kermesse canora con il brano "Chiamami col mio nome". Sulla questione era intervenuto anche il presidente dell'Afi che aveva chiesto l'esclusione dal concorso canoro di Fedez e della Michielin.

La pubblicazione del video in cui si potevano ascoltare alcune note della canzone ha scatenato una dura polemica sul web. In molti hanno chiesto la testa del rapper, ma la Direzione Artistica di Sanremo, pure criticando il fatto, non lo ha ritenuto così dannoso per il festival. La motivazione che ha impedito la squalifica del rapper e della Michielin è chiara: "La durata dell'interpretazione nel video - postato e successivamente cancellato - risulta infatti essere estremamente ridotta e tale da non svelare di per sé il brano, che non può considerarsi diffuso e che mantiene quindi la caratteristica di novità". La questione sembra chiusa, ma c'è da scommettere che il Codacons non ritirerà la minaccia di procedere contro la Rai. L'associazione dei consumatori aveva minacciato, infatti, di denunciare i vertici di viale Mazzini in Procura nel caso Fedez non fosse stato squalificato. Cosa succederà?

Rientrata la grana Fedez rimane quella, ben più ostica, della fattibilità della kermesse con o senza pubblico. La decisione è rimessa al Comitato tecnico scientifico che, una volta ricevuto il protocollo anti-Covid studiato dagli organizzatori, farà la sua scelta. Il sentore è che i tecnici opteranno per un rinvio della manifestazione (in programma dal 2 al 6 marzo) al mese di aprile, nella speranza che la situazione epidemiologica tenda a migliorare.

Commenti