Dopo le polemiche i saluti a Cecchetto

Amadeus ha reso (finalmente) omaggio a Claudio Cecchetto dal palco del teatro Ariston durante l'ultima serata del Festival di Sanremo, ringraziandolo per quel che ha fatto per lui in passato

Dopo le polemiche i saluti a Cecchetto

La 70esima edizione del festival di Sanremo sarebbe dovuta essere l'occasione per celebrare le sette decadi della kermesse musicale più importante del nostro Paese. Sarebbe dovuta essere una grande festa per ricordare e omaggiare tutti, o almeno parte, dei protagonisti che hanno contribuito a rendere grande il Festival. In quest'ottica, ha fatto molto rumore la polemica per il mancato invito a Claudo Cecchetto, uno dei produttori musicali più importante del panorama musicale italiano e non solo.

Cecchetto è uno dei padri artistici anche dei due conduttori, Amadeus e Fiorello, che hanno percorso gran parte dei loro primi passi nel mondo dello spettacolo proprio sotto l'ala protettrice di Claudio Cecchetto. Anche per questo motivo la sua assenza si è fatta sentire: "Non doveva far piacere a me andare ma doveva far piacere a loro avermi. Nella vita penso di aver dimostrato abbastanza, non mi attacco a queste cose. Resta il fatto che Fiorello e Amadeus li ho scoperti io e ci sono cose che restano nel tuo curriculum e anche nel tuo cuore", ha dichiarato Cecchetto a Chi.

Le parole di Claudio Cecchetto hanno inevitabilmente lasciato il segno, anche per un retroscena svelato pochi giorni fa da Dagospia. Pare, infatti, che Jovanotti sarebbe dovuto essere uno dei protagonisti di questo festival di Sanremo ma all'ultimo minuto ha dato forfait, ufficialmente per un viaggio improvviso in bicicletta in Perù. Tuttavia, il sito diretto da Roberto D'Agostino ha svelato che la vera ragione per la quale Jovanotti non è stato all'Ariston è proprio il mancato invito ad Amadeus.

Le parole di Cecchetto non sono passate inosservate ma i due conduttori, silenziosamente accusati della sua assenza non hanno esplicitamente risposto all'intervista, almeno fino a questa sera. Amadeus e Fiorello hanno colto l'occasione di salutare Claudio Cecchetto con l'ingresso di Sabrina Salerno, di nuovo protagonista sul palco del teatro Ariston. La showgirl, infatti, è una delle creature artistiche di Claudio Cecchetto, che negli anni Ottanta ha lavorato anche con lei, portando al successo un brano come Boys, boys, boys, una vera hit che ha scalato tutte le classifiche. "Se faccio il presentatore è merito di Claudio Cecchetto", ha detto Amadeus nel salutare il produttore. Poco prima dell'inizio della serata, inoltre, è arrivato anche il saluto ad Amadeus e Fiorello da partw di Jovanotti tramite un tweet: "Complimenti e felicità per Amadeus e il boom del suo Sanremo meritatissimo, applausi a lui e a tutta la squadra e urla di gioia per Fiorello, la sua è la stella più luminosa dello spettacolo italiano!" Saluti di rito o vera riconciliazione?

Commenti

Grazie per il tuo commento