Sanremo, Rita Pavone svela: "Salvata in extremis dalla morte. Ora penso solo a cantare"

In un'intervista rilascia a "Leggo" la cantante torinese ha raccontato come vive l'attesa verso il Festival confessando di aver vissuto un momento drammatico della sua vita che le ha fatto riscoprire il vero senso delle vita

Sanremo, Rita Pavone svela: "Salvata in extremis dalla morte. Ora penso solo a cantare"

Rita Pavone si prepara a calcare il palco della 70esima edizione del Festival di Sanremo non senza polemiche. Dopo l'annuncio della sua partecipazione alla gara canora si erano scatenate polemiche e critiche nei confronti della direzione artistica. In molti avevano infatti accusato Amadeus di aver dato un taglio "sovranista" alla kermesse musicale e l'inserimento in extremis del nome della cantante torinese e di quello di Tosca avevano scaldato gli animi sui social.

Oggi Rita Pavone è arrivata nella riviera Ligure pronta a salire sul palco dell'Ariston solo per cantare. Le polemiche le lascia agli altri. Anzi, la 74enne di Torino racconta, in un'intervista al quotidiano "Leggo", quanto la sua partecipazione a Sanremo sia importante per la sua personale rinascita. Nel 2003, infatti, la Pavone ha rischiato la vita a causa di una grave ostruzione dell'aorta che l'ha strappata al suo pubblico: "Avevo piccole fitte al petto a cui però non davo nessuna importanza, cantavo, andavo di qua e di là, ballavo come una matta, fino a che sono piombata a terra ché l’aorta era quasi già bella e otturata. Mi hanno riportata al mondo per un pelo". L'intervento d'urgenza, le cure e la mancanza di forze la costrinsero a ritirarsi dalla scena musicale per diversi anni, fino al 2010 anno in cui Renato Zero l'ha voluta accanto a sé alla festa per il suo 60esimo a Villa Borghese. "Mi son detta: cosa ci faccio a casa, con le mani in mano? E da allora mi sono rimessa in marcia", ha confessato nell'intervista Rita Pavone.

La cantante torna al Festival di Sanremo ventotto anni dopo l'ultima partecipazione dove con il brano "Amici mai" non raggiunse neanche la finale. Con quasi mezzo secolo di carriera alle spalle, oggi Rita Pavone si dice pronta a cantare oltre le rughe, oltre gli anni e soprattutto oltre le polemiche: "Sono ancora qui, grazie alla mia voce che è rimasta intatta. La faccia no, le rughe mostrano per intero la mia anagrafe. Ma di quelle non mi è mai importato nulla. Le polemiche? Sono a Sanremo per cantare, l’unica cosa che mi rende felice".

Ecco i 24 Cantanti Big #sanremo2020 #raiuno #amadeus

Un post condiviso da Giovanna Civitillo & Amadeus (@giovanna_e_amadeus) in data:

Commenti