Suburra 2, un vero Casamonica sul set della serie tv

Si chiama Luciano Casamonica, è nipote del boss Vittorio e ha l'importante compito di arruolare i sinti sul set della fortunata serie tv prodotta da Netflix sulla mala di Roma

Suburra 2, un vero Casamonica sul set della serie tv

Luciano Casamonica ha un tocco artistico che è stato notato dai produttori di Suburra, tanto che lo stesso appartenente al clan omonimo è stato assunto per lavorare alla serie

"Lucky Luciano", suo soprannome nella mala, ha dichiarato a L'Espresso:"Ho una piccola parte ma mi pagano bene". Il ruolo non è quello di comparsata oppure di attore principale, si occuperà di reclutare i figuranti sinti che si alterneranno sul set. È un ruolo di tutto rispetto, a lui infatti l'arduo compito di coordinarli e tenerli d'occhio.

Luciano Casamonica è nipote del defunto boss Vittorio Casamonica che aveva ricevuto funerali reali (non a caso era chiamato Re di Roma) appena tre anni fa. Un carro nero con tanto di cocchiere, petali gettati da un elicottero e la colonna sonora scritta da Nino Rota per Il Padrino ad accompagnare il corteo. "Lucky Luciano" ha 61 anni ed è stato arrestato in passato per spaccio di sostanze stupefacenti.

Cattleya, la società che si è occupata dell'ingaggio ha confermato la presenza del Casamonica in Suburra spiegando che lo stesso ha avuto "esperienze pregresse nell'industria cinematografica". Recitò da bambino in un western con Orson Welles e Tomas Milian, quindi questa potrebbe essere una buona opportunità per riscattarsi e ottenere un ingaggio onesto. Quanti soldi guadagnerà non ci è dato sapere, lui ha rilasciato queste frasi a L'Espresso:"Sì è vero, sto lavorando alle riprese di Suburra 2 con un ruolo che mi hanno dato e che ho accettato volentieri. Sa, qui mi pagano bene…".

Luciano Casamonica ha ribadito più volte che non esiste la mafia a Roma, e che nonostante i giornali dicano il contrario non c'è alcun collegamento del suo clan con i forti poteri che gestiscono la capitale.

Commenti

Grazie per il tuo commento