Tornano "Gli Antenati". E dopo sessant'anni sono ancora più giovani

"Yabba Dabba Dinosaurs" (dal 16 marzo su Boomerang) è lo spin-off della serie

da Los Angeles

«Yabba dabba doo!». Sono passati sessant'anni esatti da quando quell'urlo festoso, da parte dell'uomo della pietra Fred Flintstone, entrò per la prima volta nelle case di tutto il mondo. Era il 1960 quando debuttò sul network americano ABC The Flintstones, storia dei nostri nonni preistorici, in Italia arrivata poco dopo, con il titolo Gli Antenati. Amatissimi dal pubblico dei piccoli di allora, oggi genitori se non nonni, Gli Antenati erano una satira in chiave preistorica del mondo occidentale della metà del secolo scorso. Fred e Wilma erano la tipica coppia della tipica famiglia di quegli anni, lei si occupava della casa e della figlia Ciottolina, Fred andava a lavorare, timbrava un cartellino di pietra, frequentava l'amico e collega Barney e al ritorno a casa gridava il suo famosissimo «Wilma, dammi la clava», mentre veniva accolto dallo scodinzolante dinosauro addomesticato Dino.

Ora per festeggiare il genetliaco arriva su Boomerang (canale 609 di Sky), Yabba Dabba Dinosaurs, spin-off della popolarissima serie, che vedrà protagonisti Ciottolina e Bam Bam, figli rispettivamente di Fred e Wilma Flintstone e di Barney e Betty Rubble. Le nuove avventure sono ambientate nella stessa città dei genitori, la modernissima Bedrock, e vedranno Ciottolina e Bam Bam, la prima curiosa e amante della scienza, il secondo più interessato al cibo, avventurarsi nel mondo accompagnati quasi sempre dal fedele dinosauro Dino. Che cosa rese così popolare e amato il cartone animato creato da Hanna e Barbera sessant'anni fa? Senz'altro gli elementi del mondo moderno contestualizzati nella preistoria ebbero un ruolo importante, perché ironizzavano sulla quotidianità della vita di allora e facevano sorridere grandi e piccini. Wilma usava gli animali preistorici come elettrodomestici, Fred guidava la sua auto a propulsione umana: le sue gambette saltellavano fra le ruote. Il comportamento di questi simpatici avi era quello tipico di una famiglia anni Sessanta, ma Gli Antenati furono anche in grado di precorrere i tempi. Fred e Wilma furono infatti la prima coppia della televisione americana a essere mostrata a letto insieme, in prima serata, un evento quasi scabroso per la puritana America di allora. Sino al 1989, Gli Antenati, con 166 episodi, hanno detenuto il primato della serie animata - trasmessa in prima serata - più longeva della televisione. Poi il record è stato battuto dai Simpson, in onda dal 1989 e ancora in attività.

A dimostrare la fama e il valore della serie di Hanna e Barbera c'è anche l'omaggio reso ai Flintstone da popolari serie contemporanee. Gli stessi Simpson di Matt Groening e i Griffin, creati da Seth MacFarlane, hanno visto l'apparizione di Fred e compagnia in varie puntate. Non sono poche, in fondo, le affinità tra le famiglie Simpson, Griffin e le antenate Flintstone e Rubble. La sigla di apertura della prima stagione de Gli Antenati, ad esempio, vedeva Fred girare per la città a bordo della sua auto, fare una commissione e arrivare a casa dove, sedutosi sulla sua poltrona di pietra, accendeva il televisore. Niente di nuovo dunque quando, trent'anni dopo, apparve la sigla dei Simpson, davvero molto simile. Anche la città di Bedrock è familiare a molti. Il quartiere di Hollyrock, ispirato a Hollywood, ha ospitato negli anni tante celebrità: tra loro Cary Granite e Stony Curtis (versione animata e preistorica degli attori Cary Grant e Tony Curtis), mentre Mick Jadestone e i suoi Rolling Boulders erano la band preferita di Fred e Barney, un omaggio da parte degli autori a Mick Jagger e ai Rolling Stones, che negli anni Sessanta erano all'apice della loro carriera artistica. I Flintstones arrivarono anche al cinema con attori in carne e ossa, nel 1994: protagonisti John Goodman ed Elizabeth Perkins nei panni di Fred e Wilma, e Rick Moranis e Rosie O'Donnell in quelli di Barney e Betty. Un prequel, uscito nel 2000, con protagonisti Mark Addy e Stephen Baldwin non ebbe altrettanto successo. Oggi il ritorno all'animazione con la serie Yabba Dabba Dinosaurs, su Boomerang dal 16 marzo, dal lunedì al venerdì alle 19,20.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 07/03/2020 - 15:03

Noi invece abbiamo il governo giallo rosso che ci sta riportando nella Preistoria.