Vieni da Me, Francesco Testi e la proposta di matrimonio a Reda Lapaite

Nel corso del talk show pomeridiano condotto da Caterina Balivo, Francesco Testi ha parlato della sua vita privata ed è stato convinto dalla conduttrice di fare una proposta di matrimonio alla fidanzata

Oltre ad Alba Parietti che si è sottoposta alle domande di Caterina Balivo durante la prima parte del programma Vieni da Me su Rai 1, svelando alcuni dettagli del suo rapporto con la famiglia, oggi, nel corso della puntata, è stato ospite della conduttrice napoletana anche Francesco Testi (interprete di alcune fiction come: L’onore e il rispetto e Il peccato e la vergogna) di fare una proposta di matrimonio alla fidanzata Reda Lapaite, subito dopo essere stato intervistato sulla sua vita privata e sulla sua carriera da attore.

Infatti, proprio Caterina Balivo, dopo l'intervista gli ha fornito un anello per fargli dichiarare il suo amore alla compagna, definendo l'anello in modo ironico “na ciofeca”. Lo stesso Testi ha confermato che la sua proposta di matrimonio, i sorrisi, e i sentimenti verso la sua compagna Reda sono alquanto sinceri.

Nel corso della puntata l'attore ha raccontato molto della sua vita personale e della sua infanzia: “Se volevo diventare il Brad Pitt italiano? No, da piccolo volevo essere come Caniggia. Ero bravo a calcio, poi è successo che a 12 anni ho smesso di giocare… Ho fatto baseball, nuoto, tennis a livello agonistico, e poi pallavolo più avanti. Quando avevo 9 anni i miei si sono separati, ma ricordo più le giornate felici che quelle brutte. – ha poi continuato rilevando che da ragazzino ha sofferto di depressione - C’è un’involuzione caratteriale, una perdita di interesse verso le cose che ti piacevano…Mia mamma è stata una donna molto sensibile e intelligente perché si è accorta di questi sintomi, ovviamente mi chiudevo perché ogni ragazzino lo avrebbe fatto e mi ha costretto ad interloquire con uno psicologo”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.