Vittorio Brumotti accoltellato a Monza: "Stavolta ci è andata bene"

In attesa della messa in onda del servizio integrale sull'aggressione subita Monza da alcuni spacciatori, Vittorio Brumotti ha rilasciato le prime dichiarazioni dopo la grande paura

Vittorio Brumotti accoltellato a Monza: "Stavolta ci è andata bene"

Momenti di paura per Vittorio Brumotti a Monza durante un reportage sulle piazze dello spaccio. L'inviato di Striscia la notizia sarebbe stato aggredito da alcuni malviventi, che avrebbero cercato di colpire lui e la sua troupe con dei coltelli.

Il servizio integrale verrà mandato in onda questa sera nel programma satirico di Canale5, dove verranno mostrate tutte le immagini registrate negli attimi prima e durante l'aggressione. Vittorio Brumotti da qualche tempo ha iniziato a girare per l'Italia, documentando con le sue telecamere il degrado di alcune zone delle città più grandi, dove lo spaccio avviene alla luce del giorno. In più di un'occasione l'inviato in bicicletta è stato costretto a rifugiarsi per cercare protezione, come quando è stato fatto oggetto di una sassaiola in un quartiere di Napoli e nella stessa città lombarda luogo dell'aggressione di ieri. Nella giornata di ieri, domenica 12 gennaio, Vittorio Brumotti si trovava a Monza nei pressi del giardinetto di via Azzone Visconti. È un'area nota nella zona per essere ritrovo di molti spacciatori che, a qualsiasi ora del giorno e della notte, perseguono la loro attività di smercio di sostanze stupefacenti, nonostante la forte presenza delle forze dell'ordine.

Attraverso un comunicato stampa diramato dal programma, è stato lo stesso Vittorio Brumotti ad accennare come si sono svolti i fatti, in attesa di montare e mandare in onda le immagini di quei momenti: "A un certo punto gli spacciatori si sono accorti di alcune telecamere nascoste e hanno aggredito i miei collaboratori, scambiandoli per dei poliziotti." Vista la pericolosità del lavoro condotto dall'inviato di Striscia e dai suoi collaboratori, tutti i membri della troupe e lo stesso Brumotti sono soliti indossare i giubbotti antiproiettile quando si cimentano in questi servizi. Anche ieri, per fortuna tutti indossavano il dispositivo di sicurezza, che ha letteralmente salvato la vita all'inviato. "Un membro della nostra troupe è rimasto ferito a una gamba, mentre io ringrazio il giubbotto antiproiettile che è sempre con me. Stavolta ci è andata bene", ha detto Vittorio Brumotti, ancora scosso da quanto accaduto. Il fendente l'ha colpito poco sotto la spalla, vicinissimo cuore, ma grazie al giubbotto antiproiettile non ci sono state conseguenze per l'inviato. È andata peggio al suo cameraman, che invece è stato raggiunto dalla coltellata in una zona non protetta.

Non si hanno notizie sulle condizioni di salute dell'uomo, che non dovrebbe essere in gravi condizioni. I nuovi sviluppi e gli aggiornamenti sul caso verranno riferiti questa sera a Striscia la notizia. Quel che si sa è che, nonostante il tempestivo intervento delle forze dell'ordine, i malviventi sono riusciti a raggiungere le vie di fuga e non sono stati ancora individuati.

Commenti