Willow Smith: "Autolesionista e depressa, ho passato anni a tagliarmi di nascosto"

Ospite insieme a sua nonna dello show di sua madre Jada Pinkett Smith, la cantante 18enne ha rivelato di essersi inferta per anni diversi tagli sul corpo per non sentire il dolore di essere debole e inadeguata

Willow Smith: "Autolesionista e depressa, ho passato anni a tagliarmi di nascosto"

L’attrice Jada Pinkett Smith, conduttrice dello show tv “Red table talk”, di tutto si sarebbe immaginata invitando a una puntata sua madre e sua figlia Willow, tranne che la 18enne all’improvviso le rivelasse che quando era adolescente aveva preso a tagliarsi profondamente sulle braccia, nascondendo poi le cicatrici sotto le maniche lunghe di camicie e maglioni.

La moglie di Will Smith ha trattenuto a stento le lacrime, mentre la nonna non è riuscita nemmeno a parlare, guardando incredula la nipote di cui non aveva mai sospettato gli atteggiamenti autolesionistici. Il video, con i punti più salienti della puntata, è stato ripreso anche dalla CNN che l’ha messo tra i trend topic della settimana e che è cliccatissimo sul web. Willow Smith, figlia 18enne degli attori Will Smith e Jada Pinkett Smith, ha rivelato di aver avuto a lungo comportamenti autolesionistici e di essersi fermata in tempo prima di compiere gesti estremi dettati dalla disperazione.

Travolta dal successo del brano "Whip My Hair" quando aveva solo 10 anni, Willow ha raccontato di essersi sentita assediata dai fan. Non sapeva come gestire la curiosità morbosa della gente e soprattutto le loro aspettative. Temeva di non riuscire più a bissare un successo del genere e di essere condannata a vivere la vita di una “figlia di” che aveva avuto il suo momento di gloria per poi tornare nell'ombra perché priva di reale talento, a differenza dei suoi famosi genitori.

Mi sentivo un bluff. Ero così piccola per affrontare quello che mi stava accadendo. Quando oggi vedo adulti andare fuori di testa appena hanno un po’ di successo, ripenso a quando ero solo una bambina. Non piangere, lo so che hai sempre cercato di proteggermi – ha detto all’indirizzo della madre in studio – non potevi sapere. Non è colpa tua o di papà, sono stata brava a nascondere tutto”, ha spiegato con calma la giovane artista.

Il fatto è che avevo un sogno, che era quello di cantare, ma non avevo fatto i conti con il prezzo di quel sogno. L’ansia da prestazione mi consumava. Così ho smesso a lungo di esibirmi e mi sono chiusa in me stessa perché credevo che la gente mi giudicasse debole”, ha spiegato Willow, dicendo di essersi sentita a lungo “una ingrata viziata che dalla vita aveva avuto possibilità che tutti gli altri possono solo sognarsi e che, nonostante questo, aveva mandato tutto in malora”.

Willow ha quindi raccontato di essersi inferta tanti tagli sul corpo con qualsiasi oggetto affilato le capitasse tra le mani. “Ho cominciato a tagliarmi appena adolescente perché era il solo modo che conoscevo per sentirmi meglio. Solo in quei momenti non avvertivo il dolore che provavo e che mi rendeva impossibile vivere”, ha svelato la giovane che è riuscita però a venirne fuori dopo aver sviluppato una maggiore fiducia in se stessa grazie ad un lungo percorso spirituale da lei stessa intrapreso, all’insaputa persino della madre che, mentre Willow parlava, la guardava allibita.

Quando ho capito che quello che mi facevo era inutile, ho cercato altre strade per stare davvero meglio e ho compreso quanto sia importante prendersi cura di se stessi da soli, senza aspettarsi niente da nessuno perché alla fine è con me stessa che starò per tutta la vita e il mio benessere non può dipendere dagli altri. Mi sono fermata in tempo e oggi posso dire di aver finalmente imparato il mio valore”, ha concluso Willow, tra l’abbraccio e le lacrime della sua famosa mamma.

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?


Commenti