Spunta il nome per la Juventus. ​Chi arriva con l'addio di Cr7 o Dybala

I bianconeri riflettono sulle strategie di mercato. In caso di addio di Ronaldo o Dybala pronto l'assalto al Kun Agüero

Spunta il nome per la Juventus. ​Chi arriva con l'addio di Cr7 o Dybala

Se partisse uno tra Ronaldo e Dybala, la Juventus darebbe assalto al Kun Sergio Agüero, svincolato di lusso dal Manchester City e pezzo pregiato del prossimo mercato.

Destini incrociati in casa Juventus. Partono le grandi manovre dei bianconeri, con il mercato legato soprattutto dal futuro di Paulo Dybala e Cristiano Ronaldo. La Joya a fine stagione potrebbe dire addio. Discorso molto simile anche per Ronaldo, che nonostante le smentite ufficiali dalla parte della società potrebbe lasciare Torino un anno prima della scadenza naturale del contratto. Lo spazio salariale lasciato libero dall'asso portoghese o l'addio dell'argentino consentirebbero un altro grande colpo in attacco. Un solo nome El Kun Agüero.

Tentazione Agüero

Secondo quanto riferito da Tuttosport la Juve sta temporeggiando nei confronti di un eventuale affondo per Sergio Agüero, svincolato di lusso dopo l'annuncio del suo addio al Manchester City. I primi contatti bianconeri con il Kun risalgono a circa due mesi fa, ovvero quando l'argentino avrebbe deciso di interrompere la sua lunga esperienza al City a fine anno. Barcellona e PSG sono le altre big che hanno avanzato interessamenti, ma ancora non c'è una squadra avanti alle altre.

L'aiuto del Decreto Crescita farebbe guadagnare alla Juve una posizione di vantaggio, viste le richieste elevate della stella argentina. Alla sua prossima squadra chiederà infatti un triennale da almeno 10 milioni netti a stagione: al lordo, grazie al Decreto Crescita, alla Juventus costerebbe 15 milioni di euro e non 20. Un triennale da 45 milioni complessivi e non 60. Costi elevati dell'ingaggio ed età avanzata fanno riflettere, ma di fatto qualcosa potrebbe in effetti cambiare nelle prossime settimane.

Dybala rinnovo o addio

Un contratto in scadenza a giugno 2022 e un futuro che potrebbe anche essere lontano da Torino. La società ha tracciato una linea ben precisa da seguire in merito ai discorsi relativi al prolungamento di Paulo Dybala: non assecondare le richieste economiche presentate dall'entourage dell'attaccante. Attualmente la Joya percepisce un ingaggio da 7.3 milioni di euro netti a stagione e vuole un aumento dell’ingaggio, che i bianconeri non sono disposti ad accettare. Una fase di stallo nel rinnovo di Dybala che porta con sé diversi interrogativi intorno al futuro del giocatore che potrebbe finire sul mercato.

Difficile però che alla Juve arrivi una grande offerta per il cartellino di un giocatore che si libera a zero solo un anno dopo, visto anche il momento economico generale. Possibile anche il rinnovo di contratto alle cifre volute dalla Juventus, eventualità questa che comunque non escluderebbe anche la possibilità di una cessione, ma sicuramente darebbe maggiore forza in sede di trattativa al club bianconero. In ultimo potrebbe esserci nessun rinnovo del contratto per l'argentino, con il giocatore che resterebbe in bianconero fino a giugno 2022 e poi lascerebbe Torino a parametro zero. Possibilità che la società proverà in tutti i modi a scongiurare.

Sirene Real per Ronaldo

Nonostante le smentite arrivate nei giorni scorsi arrivate per mano di Paratici e Nedved, si rincorrono sempre di più le voci sul futuro di Cristiano Ronaldo. Sempre più insistente l'indiscrezione secondo cui il campione portoghese vorrebbe lasciare Torino già a fine stagione, un anno prima della scadenza naturale del contratto per tornare al Real Madrid. Secondo i media spagnoli i madrileni, al momento, preferirebbero tentare l'acquisto del cartellino di uno tra Mbappè ed Haaland. Ma di certo, Florentino Perez, sa di avere un importante asso nella manica non da poco per accendere l'animo dei tifosi qualora non dovesse riuscire a prendere uno dei 2 più giovani attaccanti. E a quel punto il mercato bianconero decollerebbe davvero.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento