Balzaretti dice addio al calcio

Il giocatore: "Da un anno e mezzo ho la pubalgia e purtroppo debbo abbandonare il calcio giocato"

Dopo 3 anni di Roma, per Balzaretti carriera a rischio
Dopo 3 anni di Roma, per Balzaretti carriera a rischio

"Da un anno e mezzo ho la pubalgia e purtroppo debbo abbandonare il calcio giocato". Lo ha detto Federico Balzaretti, 33enne difensore della Roma, in una conferenza stampa. "È stata una decisione difficile da prendere - ha spiegato l’ex terzino del Palermo, Roma e della Nazionale - ma obbligata da questo dramma subito che non mi permette di svolgere questa professione al 100%. E la cosa migliore da fare, se non puoi esprimerti nemmeno al 50%, è smettere di giocare".

Balzaretti ha parlato di «una decisione maturata in questo ultimo anno. Avevo due sogni: tornare con la squadra e poter giocare ancora una partita. Grazie all’enorme passione per questo sport e allo staff della Roma, che mi è stato sempre vicino - ha proseguito Balzaretti - siamo riusciti a fare altri due mesi e mezzo con la squadra, centrando il secondo posto e giocando ancora all’Olimpico, nel mio stadio, dove ho portato anche in campo i miei bambini". Balzaretti ringrazia tutte le società dove ha militato (Torino, Varese, Siena, Juventus, Fiorentina, Palermo e Roma), augurandosi di aver lasciato ai tifosi, "il vero motivo per cui scegliamo questa professione, un bel ricordo", in campo e fuori.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti