Bonolis punge la Juventus: "Quando non vincono perdono il senno della ragione"

Bonolis è entrato in tackle nei confronti dei bianconeri: "Può girargli il c... quando le cose non vanno bene ed è comprensibile, basta che poi non facciano la morale agli altri"

L'Inter di Antonio Conte si è presa la vetta della classifica e il tifoso d'eccezione Paolo Bonolis è tornato a pungolare la Juventus: "Quello che criticavano agli altri, di perdere particolarmente il senno quando non riuscivano a vincere, poi capita anche a lei. Mi ricordo le dichiarazioni di alcuni giocatori e dirigenti juventini. Ecco la natura umana è uguale per tutti indipendentemente dalla casacca che indossi", la puntura del conduttore televisivo nei confronti dei bianconeri ai microfoni di Radio Radio.

L'episodio incriminato

La Juventus ha perso per 1-0 allo stadio Diego Armando Maradona contro il Napoli di Gennaro Gattuso con Fabio Paratici e Pavel Nedved particolarmente caldi e arrabbiati con la quaterna arbitrale. Il video con le proteste dei due dirigenti bianconeri ha fatto il giro del web con Bonolis che puntualizzato:"Alla fine della fiera quando perdi, vista la passionalità che questo sport investe per chi è in campo e per chi è in tribuna, è facile perdere quella calma che ti contraddistingue quando sei sicuro di quello che stai ottenendo. Può girargli il c... anche a loro quando le cose non vanno bene ed è comprensibile. L'importante è che non facciamo la morale agli altri".

Lotta scudetto

L'Inter ha sorpassasto il Milan nell'ultimo turno di campionato e domenica ci sarà il derby che potrebbe dare una sterzata decisiva. Bonolis ha ammesso come la squadra di Conte sia una delle favorite per la vittoria finale ma non la favorita: "L’Inter è una delle favorite per lo scudetto. Considerarla come l’unica favorita credo sia più una pressione mediatica gettata sulle spalle della squadra. Ci sono squadre in grado di poter sostenere la corsa per lo scudetto. Ci sono parecchie squadre che lottano e c’è un equilibrio. Questo rende tutto divertente. Gli ultimi anni, con lo strapotere juventino, era diventato tutto un po’ stucchevole".

L'opinione

Bonolis ha poi dato la sua opinione sulla forza della Juventus che ha vissuto un cambiamento in panchina con il novello Andrea Pirlo che ha preso il posto dell'esperto Sarri: "Trovo che i bianconeri di quest’anno siano, a livello di rosa, anche più forti di quelli dell’anno scorso. Poi ci sono degli assestamenti fisiologici. Lo stesso Pirlo dovrà trovare una quadra, non tanto per la Juventus, ma proprio per la sua attività di allenatore. Credo sia la prima volta che vedo un tecnico così giovane, privo di una esperienza in panchina fatta di gavetta, guidare una squadra con ambizioni così forti. Bisogna dargli tempo".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Malacappa

Mar, 16/02/2021 - 13:51

Áh bhe'se lo dice bonolis il genio del calcio ci crediamo