Buffon stimola Ronaldo: "Dia l'esempio e la Juve sarà più forte"

Gigi Buffon sa come rinforzare la Juventus in questa stagione: "Se Ronaldo dà l'esempio siamo 100 volte più forti"

Continuerà a distanza il duello tra le grandi favorite per il titolo, con percorsi diversi da affrontare, situazioni e ambiente differenti da vivere. In un'intervista rilasciata al quotidiano Tuttosport, il portierone bianconero Gigi Buffon ha parlato del futuro imminente della sua Juventus: “Per noi fondamentalmente resta tutto uguale, sempre che la Juventus giochi come contro il Leverkusen. Perché se subentra supponenza e un po’ di superficialità, a cominciare dal sottoscritto ovviamente, che abbiamo visto in partite minori, allora come Juventus rischiamo molto".

Buffon a ruota libera: "Ho ringraziato Ronaldo e Higuain"

Gianluigi Buffon torna sulla partita disputata dalla squadra bianconera in terra tedesca: "Quella era una gara in cui eravamo costretti a dare dei segnali, come squadra in primis, per capire se veramente vogliamo arrivare a determinati traguardi. Per arrivarci occorrono doti come qualità e tanta esperienza, però ci vuole anche un gruppo unito che sappia soffrire in certi momenti della gara". Ed ecco l'elogio a Cristiano Ronaldo, esempio di atleta disposto a lavorare duramente per agguantare la vetta del calcio: "Ho ammirato Cristiano Ronaldo e “il Pipa” perché in alcuni momenti, soprattutto nel corso dei primi 45', quando entrambi li ho visti andare avanti e indietro per difendere. Per noi è stata una grande carica". Cristiano Ronaldo è letteralmente rinato, a pensare che poche settimane fa aveva persino lasciato lo stadio dopo la sostituzione contro il Milan: “Con Cristiano ci parlo spesso", ha ammesso Gianluigi Buffon. "Uno come lui può diventare decisivo per noi, in quanto ad esempio. Se lui dà determinati esempi, noi diventiamo una squadra cento volte più forte di quello che siamo".

Il portiere della Juventus confessa di essersi emozionato nel vedere l'atteggiamento di Ronaldo: "Quando vedi uno di 34 anni fare certe cose in determinati modi è normale poi che i più giovani decidono di seguirlo. Ho ringraziato sia lui che Gonzalo". Buffon, dunque, vuole che l'atteggiamento visto contro il Leverkusen diventi abitudine per la 'Vecchia Signora': "Io voglio scendere sul rettangolo verde e vedere che come squadra facciamo il massimo. E' una questione di rispetto". La Juventus può e deve riprendere la sua marcia verso i massimi traguardi secondo il proprio portiere, che rilancia: "Ora come ora nulla ci è precluso. Basta che capiamo di dover mettere tutta la nostra qualità che abbiamo ma anche lo spirito di sofferenza".