Calcio, indagini in Olanda sui conti di Mino Raiola

Il fisco olandese avrebbe aperto un'indagine su Mino Raiola. Si monitorano i trasferimenti di denaro per i giocatori sotto contratto con l'agente

Calcio, indagini in Olanda  sui conti di Mino Raiola

Mino Raiola sarebbe nei guai: un'indagine amministrativa volta ad accertare la reale residenza fiscale del super-procuratore è stata avviata in Olanda. Lui si difende: "Di questi accertamenti non so nulla, ho sempre lavorato correttamente".

La rivelazione

Secondo Il Fatto Quotidiano è anche in corso un analisi dei "pagamenti effettuati dai club di calcio e definirne la natura, sotto il profilo fiscale, in merito alle prestazioni offerte da Raiola", come riporta SportMediaset. "Di questi accertamenti fiscali non so nulla - ha detto Raiola a - e comunque non mi preoccupano: ho agito sempre correttamente, rispettando le norme di qualsiasi paese in cui io abbia lavorato". Raiola vive in Olanda ma ha residenza a Montecarlo: "Non sono cittadino olandese, ho la residenza nel Principato di Monaco, dove vivo, mentre in Olanda non ho alcuna società".

Come sottolineano dal Fatto, l'indagine è ancora agli accertamenti. I funzionari incaricati sono a lavoro per monitorare tutti i trasferimenti per i quali ha svolto il ruolo di intermediario tra il 2014 e il 2017. La cifra è astronomica: si parla di 437 milioni di dollari mossa grazie ai trasferimenti dei giocatori sotto l'ala di Raiola. Il fisco si è mosso anche perché l'agente p stato spesso accostato alla Maguire Tax&Legal, società con sede nei Paesi Bassi. Su questo frangente, Raiola ha dichiarato: "Non ho legami con questa società, sono soltanto amico del proprietario. È uno studio tributario al quale si sono rivolti alcuni miei giocatori, ma non li ho obbligati io".

Commenti