Caos e scontri a Wembley. La Uefa apre un'inchiesta

La Uefa ha annunciato l'apertura di un procedimento disciplinare contro la Federcalcio inglese (FA, Football Association) dopo gli incidenti di domenica durante la finale di Euro-2020

Caos e scontri a Wembley. La Uefa apre un'inchiesta

La Uefa ha annunciato l'apertura di un procedimento disciplinare contro la Federcalcio inglese (FA, Football Association) dopo gli incidenti di domenica durante la finale di Euro-2020, vinta dall'Italia ai rigori contro l'Inghilterra a Wembley. La federazione europea indagherà per fare luce «sull'invasione del campo da parte dei tifosi, il lancio di oggetti da parte dei tifosi inglesi, i fischi durante gli inni e l'uso di fuochi d'artificio».

La Uefa ha anche nominato un «ispettore etico e disciplinare» per indagare su «eventi che coinvolgono i tifosi dentro e intorno allo stadio» di Wembley, ha detto l'organismo europeo. Il giorno della finale infatti, hanno fatto il giro del Mondo le immagini di numerosi tifosi inglesi ubriachi che si sono ritrovati intorno allo stadio di Londra nelle prime ore del mattino, lanciando pietre e razzi e insultando i tifosi italiani.

Fatto anche peggiore poi, a poche ore dal fischio d'inizio della finale, centinaia di tifosi senza biglietto hanno poi preso d'assalto i cancelli di Wembley, riuscendo a entrare nello stadio e a sedersi momentaneamente nei posti riservati ai tifosi con biglietto, facendo scattare l'allarme in tutto l'impianto. La polizia, secondo i comunicati ufficiali, ha effettuato 86 arresti e ha annunciato che 19 poliziotti sono stati feriti nel corso degli incidenti.

Brutta avventura anche per il pilota di Formula 1, Lando Norri della McLaren: l'inglese è stato aggredito ed è stato rapinato dell'orologio Richard Mille del valore di 46 mila euro mentre lasciava lo stadio dopo la finale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti