Casillas, il medico frena: "Difficile rivederlo in campo"

Iker Casillas ha passato una notte tranquilla presso l'ospedale di Oporto ma l'ex medico della nazionale spagnola frena: ""Con uno stent è praticamente impossibile ottenere l'idoneità sportiva"

Iker Casillas e la sua famiglia hanno vissuto attimi di terrore, ieri, al termine dell'allenamento del Porto. L'ex numero uno del Real Madrid, infatti, è stato colpito da infarto ma fortunatamente è stato subito soccorso, trasportato d'urgenza all'ospedale e operato per porre rimedio ad una situazione che sarebbe potuta diventare tragica. Lo stesso portiere 37enne ha tranquillizzato tutti circa il suo stato di salute: "Sto bene, è tutto sotto controllo. Solo un grande spavento. Grazie a tutti per l'affetto dimostratomi".

La notte è passata tranquilla con la moglie, la bella giornalista spagnola Sara Carbonero, che è rimasto accanto a lui presso l’ospedale di Oporto. Ad oggi, però, il futuro di Iker appare incerto ed è stato l'ex medico della nazionale spagnola Antonio Corbalan ha sbilanciarsi sulle possibililità di rivedere in campo Casillas. Ecco le sue parole ai microfoni di Tve: "Con uno stent è praticamente impossibile ottenere l'idoneità sportiva. Può tornare a una vita normale, ma non al calcio professionistico". Sarà dunque difficile rivedere in campo il roccioso portiere che ha scritto pagine importantissime della storia del Real Madrid e della Spagna: fortunatamente per lui, però, il peggio è passato ed è capitato nelle fasi finali della sua sfavillante carriera.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lillo44

Ven, 03/05/2019 - 08:03

...........forza grande Campione vogliamo rivederti più forte che mai sui campi!!