C'era una volta il derby più bello d'Europa

Era la sfida più equilibrata. Ora tra le due 19 punti. Come in altri campionati

C'era una volta il derby più bello d'Europa

Vincere per invertire una tendenza allarmante. Il Milan che viaggia in classifica a una distanza già abissale dall'Inter (19 punti la differenza) deve anche interrompere un digiuno che nei derby di campionato dura da quattro anni, ovvero da quel 3-0 griffato da Alex, Bacca e Niang (con Mihajlovic in panchina, guarda caso altro ex interista come Pioli) che risale ormai al gennaio del 2016. Da allora 7 stracittadine senza una vittoria e per giunta con 4 sconfitte, di cui le ultime tre consecutive. Insomma, un Milan che se non dovesse spuntarla nemmeno domani sera si avvicinerebbe ai suoi digiuni più lunghi del dopoguerra, i dieci derby senza sorrisi tra il '94 e il '99 e gli undici tra il '64 e il '69. Viceversa l'Inter con un altro successo realizzerebbe la sua miglior serie positiva dal '45 ad oggi, eguagliando il poker di vittorie consecutive che realizzò a cavallo tra l'ultimo campionato di anteguerra e il primo del Dopoguerra. Avvicinandosi così al record assoluto di vittorie consecutive (6) che è del Milan 1946-48.

I dati degli ultimi tempi di quello che è da sempre il derby più equilibrato d'Italia e d'Europa, stanno infatti spingendo la bilancia più dalla parte nerazzurra: una sola vittoria rossonera nelle ultime dieci sfide, appena 4 negli ultimi 20 derby, mentre l'Inter viaggia costantemente al 50% di successi: 5 negli ultimi 10, 10 negli ultimi 20.

Una situazione che paradossalmente negli ultimi anni sta facendo scivolare il derby della Madonnina sui livelli degli altri derby europei dove spesso lo squilibrio tra le due squadre della stessa città è netto, oltre che costante. Basta vedere i 13 punti che separano attualmente l'Atletico dal Real Madrid, i 16 di distacco che accusa lo United rispetto al City in una Manchester dove si sono clamorosamente ribaltate le posizioni, i 22 tra Sporting e Benfica a Lisbona, per arrivare ai 31 tra Espanyol e Barcellona o addirittura ai 40 tra l'Everton e il super Liverpool di quest'anno.

Il Milan, insomma, deve vincere anche per restituirci il derby più fantastico d'Europa.

Commenti

Grazie per il tuo commento