Conte ora serra i ranghi: "Dobbiamo stare zitti!"

Antonio Conte detta la via per questo finale di stagione dell'Inter: "La pressione per una squadra come noi è normale, dobbiamo continuare da dove abbiamo lasciato"

Conte ora serra i ranghi: "Dobbiamo stare zitti!"

Vigilia di campionato per l'Inter di Antonio Conte che dopo tre settimane di stop tra covid e nazionali tornerà in campo contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Il tecnico nerazzurro in conferenza stampa ha dettato la via per non steccare: "L'errore da non fare ora come ora è parlare! Zitti, testa bassa e lavorare. La pressione? Per una squadra come l'Inter è cosa normale. Dobbiamo cercare di riprendere dove abbiamo lasciato. Dopo la sosta non è mai semplice perché devi riannodare il filo del discorso ma i giocatori sanno benissimo che non c'è tantissimo tempo e bisogna ripartire nella giusta maniera".

Caos covid

Conte ha recuperato tre dei quattro positivi prima della pausa per le nazionali con de Vrij, Vecino e Handanovic che saranno a disposizione del tecnico leccese per Bologna. I contagi da covid, però, hanno condizionato anche il rientro in rosa di Bastoni, Barella e Sensi (risultati per ora negativi ai test effettuati) dopo i cinque casi di positività in nazionale tra cui anche Bonucci ma questo non spaventa Conte: "E' difficile fare delle considerazioni sulla gestione del covid. Col senno del poi si poteva fare meglio, ma sappiamo benissimo che il Covid c'è da un anno, ci sta massacrando e quindi il mondo del calcio ha deciso di convivere con questa situazione come ci stiamo convivendo tutti nella vita. L'augurio è che si risolva presto la questione cercando di fare i vaccini per tutti e anche per noi".

Conte ha poi parlato dei tre positivi al covid oggi guariti: "Handanovic si è negativizzato subito, è stato quello che ha potuto riprendere in maniera più celere. Vecino è tornato anche lui da tre giorni ad allenarsi, è in una buona condizione anche perché in questo periodo lo staff ha lavorato con loro da casa. De Vrij ieri ha fatto il primo allenamento con noi. Inevitabilmente qualche stascico c'è per chi ha avuto il virus, ma abbiamo cercato di tenerli in ottima condizione. Ci auguriamo di avere presto anche D'Ambrosio. Abbiamo bisogno di tutti".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento