La frase urlata da Conte a Eriksen: lo scontro continua

Eriksen ha giocato 57 minuti contro il Cagliari non brillando e non cogliendo la chance offertagli da Antonio Conte. "Stai qui", il continuo rimprovero del tecnico salentino al suo giocatore durante la partita

La frase urlata da Conte a Eriksen: lo scontro continua

Dopo tante discussioni, polemiche, frecciatine e "dispetti" veri o presunti Antonio Conte ha dato fiducia dal primo minuto a Christian Eriksen ma i risultati non sono stati ottimali. Il danese è restato in campo per 57' minuti sostituito poi da Stefano Sensi quando l'Inter era sotto nel punteggio sul risultato di 1-0 in favore del Cagliari. Il danese è uscito desolato, triste, scuro in volto dando l'impressione di avercela più con se stesso che con il tecnico per un'altra chance non sfruttata a dovere.

Eriksen era partito bene come tutta l'Inter con due grandissimi assist in favore dei compagni e con un tiro di sinistro ben respinto di piede dal portiere dei sardi Alessio Cragno. Dopo i primi 10-20 minuti, però, l'ex Ajax e Tottenham si è un po' eclissato giocando una partita comunque diligente ma non spumeggiante.

Continui richiami

Conte ha assistito abbastanza serenamente soprattutto il primo tempo ma in tanti hanno notato e sentito i continui e ripetuti richiami proprio ad Eriksen che tentava sempre di spingersi in avanti con l'allenatore che lo voleva invece più basso. "Stay here", il rimbrotto dell'ex allenatore del Chelsea al danese che ha comunque avuto un'alta percentuale di precisione nei passaggi, l'86% con 25 passaggi azzeccati su 29 tentati.

Eppure la grande palla di sinistro data a Romelu Lukaku si sarebbe potuto trasformare in un grande assist se il belga fosse riuscito a bucare Cragno. Con i se e con i ma, però, la storia non si fa con il danese che è uscito dal campo deluso sia per il cambio, sia per la sua prestazione. Difficile rivederlo nella prossima partita, mercoledì 16 dicembre a San Siro, contro il Napoli di Gennaro Gattuso.

Conte soddisfatto

"Complimenti ai ragazzi, sono stati bravi a reagire. Abbiamo creato tante occasioni, ma ci siamo trovati in svantaggio e potevamo perdere lucidità. Siamo con l'elmetto e sott'acqua. A un certo punto ci siamo dovuti arrangiare e abbiamo gettato il cuore oltre l'ostacolo. Le scorie della partita di Champions potevano farsi sentire nella testa e nelle gambe dei calciatori. Ma la squadra ha dato una grande risposta. Ora Spero che la rosa diventi più snella e funzionale", il commento a caldo di Conte dopo il match vinto contro il Cagliari.

Il dribbling di Antonio

Conte ha cercato di parlare della prestazione della squadra e non dei singoli, dribblando così l'argomento Eriksen: "La prova di Eriksen? Valuto la prestazione di tutti, no mi piace soffermarmi sui singoli. Non sarebbe giusto. La prestazione oggi è positiva, sia per quello che abbiamo prodotto, sia perché abbiamo trovato la forza di reagire nonostante la delusione in Champions. I ragazzi sono tati bravi a ribaltare un risultato che era nettamente ingiusto. Proseguiamo il cammino cercando di migliorare".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?