Coronavirus, si ferma la Formula Uno: annullato Gp d'Australia

Il Circus della Formula Uno si ferma dopo la positività al Coronavirus di un membro del team McLaren

Il Gran Premio d'Australia, prima gara della nuova stagione di Formula Uno in programma domenica, è stato annullato a causa dell'emergenza Coronavirus.

Anche il circus della Formula Uno alza bandiera bianca per il Covid-19. La decisione è stata presa in un meeting notturno tra i team principal delle squadre, i rappresentanti Fiaa, Andrew Westacott, responsabile dell'Australian Grand Prix Corporation e i rappresentanti dello stato di Vitoria. Dunque il Gp d'Australia in programma domenica a Melbourne, che avrebbe dovuto dare il via alla nuova stagione non si correrà. Decisivo a quanto pare il parere dei rappresentanti dello stato di Victoria, la giurisdizione che comprende la citta di Melbourne, che ha valutato la mancanza delle condizioni di sicurezza in grado di prevenire possibili altri contagi sia nel paddock che nei punti di maggiore concentrazione del pubblico che solitamente assiste alla gara sulla pista di Albert Park. Una scelta obbligata dopo che la McLaren ha dato forfait a seguito della positività al virus di uno dei membri del suo team.

A chiedere la cancellazione della gara erano stati gli stessi piloti. Durissimo il giudizio di Lewis Hamilton in conferenza stampa sull'ipotesi di correre: "Per me è scioccante il fatto che siamo tutti seduti in questa stanza, la F1 continua ad andare avanti, perché il denaro è re. Posso solo esortare a prendere tutte le precauzioni possibili, cosa che non ho visto fare oggi mentre camminavo per venire in pista. Ho visto tutto procedere come al solito, come se fosse una giornata normale, spero solo che alla fine del weekend non ci siano brutte notizie''. Anche il ferrarista Sebastian Vettel, seppur con meno enfasi aveva manifestato tutte le sue perplessità: "Spero che altri siano d'accordo, e speriamo che non si arrivi a questo, ma se dovesse succedere sicuramente tirerei il freno a mano''.

Fra le prove in calendario, solo il Gp di Cina programmato a Shanghai in aprile era stato rinviato a data da destinarsi mentre risulta confermato il Gp del Bahrein del 22 marzo ma a porte chiuse. Al momento tuttavia non è ancora chiara la posizione dei team principal e della Fia in merito alla tappa del Bahrein, in programma il prossimo weekend sul circuito di Al Sakhir, ma secondo le primissime indiscrezioni emerse alla fine del meeting, anche la trasferta mediorientale rischia fortemente di essere annullata. Un interrogativo che riguarda a questo punto anche la trasferta di Hanoi per il primo Gp del Vietnam prevista dal calendario 2020 il prossimo 5 aprile. Se sarà confermato anche l’annullamento della trasferta sull'inedito tracciato cittadino asiatico, la prova d’apertura del Mondiale 2020 diventerà il Gran Premio d’Olanda, programmato sul rinnovato circuito di Zandvoort il prossimo 3 maggio.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.