CR7 incanta con il Portogallo. La Juve sorride ma qualche dubbio sull'infortunio resta

Cristiano Ronaldo ha segnato tre gol con la sua nazionale nel 6-0 rifilato alla Lituania. L'attaccante della Juventus ha dimostrato di non aver alcun problema al ginocchio e sale così a quota 705 reti in carriera

Cristiano Ronaldo è l'anima del Portogallo del commissario tecnico Santos. I lusitani hanno infatti travolto con un netto 6-0 la Lituania con il fuoriclasse della Juventus che ha segnato addirittura tre reti. Per il 34enne di Funchal si tratta della 55esima tripletta in carriera tra club e nazionali che lo porta a quota 98 centri in 163 gettoni con il Portogallo. Ora il record dell'iraniano Ali Daei è distante solo otto centri e difficilmente Cristiano non ce la farà a superare anche questo record nella sua sfavillante e incredibile carriera. La macchina da gol portoghese è stato sostituito al minuto 83' da Diogo Jota, l'ha presa bene e si è seduto in panchina ad assistere i minuti finali della partita.

In molti si chiedevano come stesse CR7 dopo le polemiche seguite alla sostituzione durante Juventus-Milan al minuto 55 con l'ex Real Madrid furente con Maurizio Sarri per un cambio con Paulo Dybala, poi match winner, non gradito. Il tecnico bianconero aveva cercato di minimizzare l'accaduto al termine del match vinto contro i rossoneri, parlando anche di un ginocchio non al top. L'ex attaccante di Sporting Lisbona e Manchester United, però, è subito volato nel ritiro della sua nazionale ed ha dimostrato di essere al top della forma.

Il commissario tecnico Santos alla vigilia del match contro la Lituania ha risposto piccato a chi gli continuava a chiedere di Cristiano Ronaldo, mentre ieri al termine della partita vinta contro la Lituania ha rincarato la dose in maniera sibillina: "Non ha avuto alcun dubbio sulle condizioni di Ronaldo. Ho detto in conferenza che Cristiano stava bene, non mi ha sorpreso affatto. Di lui poco o niente mi sorprende".

Prima della partita di qualificazione ad Euro 2020 l'attaccante della Juventus aveva mandato un messaggio diretto a tutti, tifosi, media e Maurizio Sarri ai microfoni del quotidiano lusitano Maisfutebol:"Vi dico una cosa per tutte le prime pagine dei giornali nazionali: il capitano non sta bene, sta molto bene. Il saldo è sempre positivo. Ora riprendete gli altri giocatori". A fine partita, un po' come fatto dopo Juventus-Milan, ha postato una foto su Instagram con la seguente didascalia: "Una grande vittoria, siamo a un passo dall'obiettivo".

Con questa tripletta Cristiano sale anche a quota 705 reti complessive in 981 partite disputate in carriera: un'enormità per un giocatore che sta dimostrando di non avere età e di non aver voglia di smettere di segnare e stupire. Il classe '85 ha anche trovato il tempo, durante la partita, di fare un selfie con un invasore di campo, con tanto di maglia della Juventus, che gli aveva chiesto una foto e un abbraccio.

Cristiano sta bene e vuole aggiornare il suo record di gol con la nazionale già a partire dalla prossima sfida contro il Lussemburgo che si giocherà il 17 novembre, con il Portogallo che in caso di vittoria staccherà il pass per Euro 2020. Dal 18 CR7 tornerà a disposizione di Sarri A Torino e in quella circostanza si capirà definitivamente se le acque si sono calmate e se l'ex Real Madrid avrà il tanto atteso chiarimento davanti a tutto lo spogliatoio, magari nella giornata di venerdì prossimo, giorno in cui tutti i nazionali saranno rientrati alla Continassa.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?