La Fiorentina esonera Montella: fatale la sconfitta contro la Roma

La Fiorentina ha deciso di esonerare Montella: "La decisione del club arriva al termine di una lunga e attenta analisi delle prestazioni e dei risultati ottenuti dalla squadra, nei prossimi giorni comunicheremo il nuovo allenatore"

La Fiorentina ha deciso di esonerare Vincenzo Montella e l'ha fatto all'indomani della pesante sconfitta interna rimediata contro la Roma di Fonseca. Il club viola ha reso noto di aver sollevato dall'incarico l'ormai ex allenatore dai propri canali ufficiali: "ACF Fiorentina comunica di aver sollevato Vincenzo Montella dall’incarico di allenatore della Prima squadra. La decisione del Club arriva al termine di una lunga e attenta analisi delle prestazioni e dei risultati ottenuti dalla squadra".

La decisione è stata maturata nel corso della notte ed è stata presa questa drastica decisione per dare una svolta ad una squadra svuotata: "L’obiettivo di dare un’immediata svolta positiva alla stagione in corso e la necessità di scendere in campo con serenità e grinta indispensabili per le partite future, hanno spinto Proprietà e Dirigenza alla decisione di revocare l’incarico all’attuale allenatore".

Chiusura con i ringraziamenti finali al tecnico campano per il lavoro profuso in questi mesi: "La Fiorentina ringrazia Vincenzo Montella ed il suo staff per l’impegno e la serietà profusi in questi mesi e gli augura i migliori successi professionali per il prosieguo della sua carriera. Il Club viola comunicherà, nei prossimi giorni, il nome del nuovo allenatore della Prima Squadra".

L'ex tecnico di Milan e Catania paga una serie di brutti risultati con la Fiorentina che ha raccolto solo 17 punti nelle prime 17 giornate nonostante una rosa di livello e i tanti sforzi fatti in sede di mercato da parte di Rocco Commisso. La squadra viola ha collezionato solo quattro vittorie, cinque pareggi e ben otto sconfitte con 21 gol realizzati e 28 subiti. Il pareggio maturato nel finale contro l'Inter aveva salvato Montella che per restare saldo al suo timone avrebbe dovuto vincere ieri sera contro la sua ex squadra ma così non è stato.

Al termine del match del Franchi Montella si era detto fiducioso nonostante la sconfitta e aveva affermato di avere lo spogliatoio ancora in pugno, ma la società nella figura del direttore sportivo Daniele Pradè aveva già gettato le basi per l'esonero che puntualmente è arrivato nella giornata di oggi. I possibili successori sono tanti: dal ritorno del grande ex Cesare Prandelli, fino ad arrivare a Davide Ballardini, Luigi Di Biagio e il favorito Giuseppe Iachini.

La Fiorentina si è presa del tempo per scegliere in maniera ponderata il nuovo allenatore che dovrà rilanciare una rosa ricca di talenti a cui però manca un centravanti di peso in grado di finalizzare le azioni prodotte dalla squadra. In attesa del miglior Federico Chiesa e del rientro di Frank Ribery, il club viola dovrà anche intervenire sul mercato anche se il ds Pradè ha confermato come la società interverrà sul mercato per rinforzare ulteriormente la squadra da mettere nelle mani del nuovo tecnico.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 21/12/2019 - 17:38

L'errore sta a monte, come si fa ad affidare la squadra a uno che non ha mai dimostrato nulla durante la sua attività calcistica.