Fiorentina, Ribery squalificato tre giornate per la spinta al guardalinee

Arrivano tre turni di stop per Ribery, che nel dopo partita di Fiorentina-Lazio, aveva spintonato il guardalinee Passeri

Franck Ribery è stato squalificato tre giornate per l'espulsione rimediata dopo il triplice fischio finale di Fiorentina-Lazio a causa di una spinta al guardalinee.

Una serata no per Ribery, che già nervoso al momento della sostituzione, al fischio finale si è avvicinato al guardalinee Passeri, reo di non aver fischiato un fallo di Lukaku su Sottil nell'azione che ha portato al 2-1 di Immobile, protestando in modo veemente e addirittura spingendolo. Queste le motivazioni pubblicate dal Giudice Sportivo: ''... Ribery, al termine della gara, sul terreno di giuoco, avvicinandosi con atteggiamento minaccioso, ha assunto una condotta gravemente irriguardosa nei confronti di un Assistente che si concretizzava, oltre che in parole irrispettose, in una spinta con un braccio sul petto, spostando il medesimo leggermente, nonché in un ulteriore spinta afferrandolo per un braccio''.

Le polemiche non si erano fermate qui, già Vincenzo Montella aveva tuonato nel dopo partita: ''Perché non andare a vedere un episodio che dalla tv è netto, a tre minuti dalla fine? Abbiamo scommesso che avevo ragione io, adesso che Guida mi paghi il caffè che mi aveva promesso...''. A rincarare la dose ci ha pensato poi anche Rocco Commisso, che a Radio Anche io ha dichiarato: "Credo che quanto accaduto ieri sia un pochino scandaloso, Ribery poveretto ha fatto una cosa sbagliata anche se magari ha ragione, tutto è iniziato da un fallo che non è stato fischiato. Se verrà squalificato faremo qualcosa. I giocatori devono rispettare le regole ma anche gli arbitri devono essere all'altezza".

Una lunga squalifica per la stella francese, arrivata nonostante le scuse via social: "Ero nervoso e dispiaciuto, spero il signor Passeri possa capire quale fosse il mio stato d'animo. Vorrei più attenzione per la Fiorentina, la stessa viene data agli altri club". Salterà così la trasferta col Sassuolo, la partita interna con il Parma e la trasferta di Cagliari per poi tornare dopo la sosta, il 24 novembre con il Verona, un'assenza davvero pesante i viola.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?