Formula Uno, Carey: "Stagione a 15-18 gp, si finirà a dicembre"

Il Ceo di Liberty, Carey, ha fornito alcune importanti dettagli sulla stagione di Formula Uno che non ha ancora preso il via per via della pandemia da coronavirus: ""Noi siamo però pronti e quanto tutto migliorerà saremo pronti a offrire agli appassionati un campionato 2020"

La Formula Uno ha finora subito due annullamenti, Melbourne e Monte Carlo, e ben sei rinvii con Bahrein, Vietnam, Cina, Spagna, Olanda e proprio ieri Baku, in Azerbaijan, rinviati a data da destinarsi. Il Ceo di Liberty Media Chase Carey ha provato a fare una sua previsione in merito alla nuova stagione che deve ancora avere inizio e che è stata pesantemente condizionata dall'emergenza coronavirus: "Nelle scorse settimane ci siamo ritrovati con i dieci team e la FIA e abbiamo preso provvedimenti su come affrontare la pandemia di coronavirus, ma al momento nessuno sa quando la situazione migliorerà".

Carey ha poi continuato ipotizzando una stagione con un minimo di 15 gran premi ed un massimo di 18, questo vuol dire che anche altri gran premi dopo l'Australia e Monaco saranno annullati per questo travagliato 2020: "Noi siamo però pronti, migliorerà, e quando lo farà, saremo pronti a offrire agli appassionati un campionato 2020. Sappiamo che c'è la possibilità di ulteriori cancellazioni negli eventi attualmente programmati, ma nondimeno noi e i nostri partner ci aspettiamo che la stagione inizi a un certo punto quest'estate, con un calendario rivisto di 15-18 gare".

Il Ceo di Liberty Media ha poi snocciolato una serie di date spiegando come la stagione non si concluderà a fine novembre ma nel mese di dicembre: "Come precedentemente annunciato, utilizzeremo la pausa estiva anticipata a marzo/aprile per correre durante il normale periodo di stop estivo. La fine della stagione si estenderà oltre la nostra data originale del 27-29 novembre, visto che la sequenza e le date effettive delle gare differiscono in modo significativo dal nostro calendario 2020 originale. Al momento non è possibile fornire un calendario più specifico a causa della fluidità della situazione attuale ma prevediamo di ottenere informazioni più chiare sulla situazione in ciascuno dei nostri paesi ospitanti, e sulle questioni relative ai viaggi in questi paesi, nel mese prossimo".

Il Ceo di Liberty ha poi chiuso con un messaggio per gli appassionati di Formula Uno: "Siamo integralmente impegnati a ritornare in pista il prima possibile per iniziare la stagione 2020, continuando a ricevere consigli dai funzionari sanitari poiché la nostra priorità continua a essere la sicurezza e salute dei nostri fan". Sulla stagione dei motori, dunque, pende un grosso punto interrogativo e non si sa né se si partirà, né quando: una sola cosa è certa, prima bisognerà arginare e debellare la pandemia da coronavirus che ha travolto il mondo intero.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.