"Tira lì". Ma il calcio di rigore finisce male. Scoppia la rabbia in campo

Pepe, poco prima del calcio di rigore, ha indicato al suo portiere dove avrebbe calciato Benzema. Rui Patricio non ha però ascoltato il compagno scatenando la rabbia dell'ex Real Madrid

"Tira lì". Ma il calcio di rigore finisce male. Scoppia la rabbia in campo

L'infernale girone F di Euro 2020 ha visto il passaggio, con brivido, di tutte e tre le big del raggruppamento con Francia, Germania e Portogallo che hanno staccato il passa per gli ottavi di finale. Fuori da tutto la combattiva Ungheria del ct italiano Rossi che ha comunque chiuso con onore avendo pareggiato due partite contro francesi e tedeschi e perdendo all'esordio per 3-0 contro i lusitani, anche fino all'84' il risultato era fermo sullo 0-0.

Nell'ultimo match l'Ungheria se l'è vista contro la Germania mentre nell'altro match del girone la Francia di Deschamps e il Portogallo hanno chiuso sul 2-2 con le doppiette di Karim Benzema, una rete su rigore, e Cristiano Ronaldo, entrambi i gol dagli undici metri. In occasione del rigore concesso ai Galletti, però, l'ex difensore del Real Madrid Pepe si è reso pratagonista di un siparietto con il portiere Rui Patricio, dato per vicinissimo alla Roma.

La "sensazione"

Pepe ha giocato per una vita nel Real Madrid con Karim Benzema e poco prima che il transalpino calciasse il rigore, il calciatore del Porto si è sbracciato indicando al suo portiere Rui Patricio di buttarsi alla sua destra. L'estremo difensore del Portogallo, però, non ha ascoltato il suo compagno buttandosi così alla sua sinistra. Risultato? Gol della Francia con Benzema che ha calciato il penalty proprio dove indicato da Pepe che è poi andato su tutte le furie con il suo compagno di nazionale reo di non averlo ascoltato.

Il quadro degli ottavi

Il Portogallo di CR7 è passato da terzo del girone ed è stato così accoppiato nella parte alta del tabellone contro il Belgio di Lukaku: chi vincerà se la vedrà contro una tra Italia e Austria. Gli altri due ottavi della parte alta saranno Francia-Svizzera e Spagna-Croazia, le due vincenti si affronteranno ai quarti di finale.

La parte bassa, almeno sulla carta, è quella più morbida con Svezia-Ucraina, Inghilterra-Germania, Galles-Danimarca e Olanda-Repubblica Ceca come ottavi di finale. Una tra Inghilterra e Germania, dunque, si candida per sbaragliare la concorrenza ed arrivare in finale dato che l'unico reale avversario sulla strada verso Wembley sembra essere l'Olanda ma solo in semifinale.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti