Garrone ha venduto la Sampdoria

Edoardo Garrone ha ceduto il club blucerchiato all'imprenditore romano Massimo Ferrero che opera nel mondo del cinema

Massimo Ferrero ed Edoardo Garrone, passaggio di consegne in casa Sampdoria
Massimo Ferrero ed Edoardo Garrone, passaggio di consegne in casa Sampdoria

La Sampdoria ha un nuovo proprietario. Il presidente Edoardo Garrone ha venduto la società a un imprenditore romano. L’indiscrezione, anticipata dal quotidiano di Genova il Secolo XIX.it, trova conferma in alcune fonti vicine alla famiglia Garrone. Il nuovo proprietario è Massimo Ferrero, 62 anni, attivo nel mondo del cinema. Dopo aver iniziato la sua carriera da molto giovane, venti anni fa, nel 1994, si getta nella mischia come produttore indipendente. Ma il grande salto imprenditoriale lo compie negli ultimi anni, acquistando una sessantina di sale cinematografiche e dando vita al Ferrero Cinemas Group. I tifosi blucerchiati non possono che sperare di aver trovato un nuovo De Laurentiis.

L'annuncio-addio di Garrone

"Avevo due obiettivi - annuncia Garrone -, mettere in sicurezza la società e passare la mano. Ora la Sampdoria è solida, seria e trasparente. In sette anni si sono presentati acquirenti ma nessuno era credibile. Poco tempo fa mi ha contattato con grande discrezione un imprenditore italiano, Massimo Ferrero. Ha dimostrato serietà, concretezza e mi ha convinto che farà bene", ha spiegato Garrone. "Questa mattina dopo diversi consigli di amministrazione abbiamo perfezionato la cessione. In 12 anni di Sampdoria ho l’orgoglio di dire che la società è stata salvata due volte: con l’acquisto di mio papà e dopo la B. Anni di sacrifici, amarezze e soddisfazioni".

Il nuovo presidente si presenta

"Sono molto onorato di indossare questa maglia, perché è un regalo di una persona per bene e di spessore, una delle migliori che abbia mai conosciuto. È stata una trattativa estenuante nella quale ha garantito gli interessi della Samp, non miei, non suoi, solo della Samp. Devo solo dire grazie ad Edoardo Garrone ed alla sua famiglia". Sono le prime parole di Massimo Ferrero, come nuovo proprietario della Samp nella conferenza stampa indetta a Genova. "Chi sono è noto, sono Massimo Ferrero, nasco in un teatro di posa perché mio nonno mi ha lasciato dentro a Cinecittà: ho prodotto 60 film e ne ho girati 150. Sono un signore che viene dal nulla, ho preso la Sampdoria perché dopo la Sampdoria c’è il nulla. Per quale squadra tifo? La Sampdoria. Sono due anni e mezzo che inseguo questo sogno, i primi contatti con Garrone invece risalgono a qualche mese fa".

"Sono molto felice - dice ancora - sono molto ispirato, farò di tutto per fare bene, ma Paolo Mantovani e Riccardo Garrone sono persone inimitabili, hanno fatto la storia non solo della Samp ma dell’Italia. Sarò felice se riuscirò a continuare il percorso di Riccardo Garrone. I paragoni con De Laurentiis? Ad Aurelio lo aspetto al campo, 3-1 per noi!", scherza Ferrero. "Ne approfitto per salutarlo. Prenderò esempio da lui? Sì, come lui ha preso spunto da me".

Il tweet di Enrico Mantovani

L'ex presidente del club Enrico Mantovani (che aveva ereditato dal padre Paolo) ha twittato questa frase: "Benvenuto a Massimo Ferrero! Ma ancora più importante GRAZIE ai nostri Presidenti Duccio, Edoardo e a tutta la famiglia Garrone. Forza Samp".

Mancini è sorpreso

"La cessione della Sampdoria mi ha colto di sorpresa - dice Roberto Mancini, ex giocatore blucerchiato -. Non lo sapevo e non me lo aspettavo, lo avrà deciso per il bene della Sampdoria. Garrone va ringraziato, ha preso il club in una situazione non semplice e l’ha tenuta ad alti livelli, lo ha fatto per far si che possa stare ancora in alto".

Commenti