Hirscher supershow: domina il gigante anche in Val Badia

Alta Badia Per fortuna le prove dello slalom gigante sono due, l'Italia può così consolarsi per la seconda gara consecutiva con un miglior tempo parziale: dopo Tonetti in Val d'Isère ecco il De Aliprandini furioso dell'Alta Badia, unico ieri capace di far meglio, solo per una manche appunto, di quel mostro chiamato Marcel Hirscher, padrone assoluto della specialità. E se Luca grazie al suo capolavoro risale dalla ventottesima alla settima piazza, l'austriaco fa il vuoto dietro di sé staccando il secondo, Thomas Fanara, di 253 e il terzo, Alexis Pinturault, di 269. Kristoffersen? Incredulo 14° a 365 e incapace persino di arrabbiarsi come suo solito, «perché quando sbaglio me la prendo con me stesso, ma oggi proprio non ho sbagliato nulla e finire così lontano mi lascia senza parole, quindi testa bassa e al lavoro da subito per cercare di avvicinare Marcel, cosa che personalmente ritengo più possibile in slalom, in gigante è davvero su un altro pianeta».

Proprio così. Per Hirscher infatti è arrivata la sesta vittoria consecutiva sulla Gran Risa, la sessantunesima della carriera, e meno male che dopo la paternità aveva detto che lo sci non era più la sua priorità e che all'ottava coppa del mondo non pensava, lasciando via libera ai rivali assetati di gloria, Kristoffersen in testa al gruppo. Era un bluff, mai infatti lo abbiamo visto così aggressivo in pista, lui che della determinazione e della cattiveria agonistica ha sempre fatto la sua forza.

E tanto cattivo, presente sugli sci e quindi veloce, ieri è stato anche Luca De Aliprandini, uno che quando azzecca la manche può davvero stare con i migliori, ma che purtroppo quasi mai ne azzecca due di fila. La sua vigilia di gara è stata fra l'altro molto difficile, la sua fidanzata è infatti Michelle Gisin, sorella del discesista svizzero caduto sabato nella discesa della Val Gardena, ed è con lei che Luca ha vissuto il dramma in diretta davanti alla tv. Marc è ora ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Lucerna, riesce a comunicare con i medici e i parenti ma resta intubato. Escluse lesioni gravi al cervello, preoccupano un po' quelle polmonari causate dalla frattura di diverse costole. Qualche lesione c'è anche alle vertebre, gli esami radiografici hanno invece escluso la frattura al bacino. La situazione generale si mantiene stabile e fra 24 ore la prognosi dovrebbe essere sciolta.

Oggi: slalom gigante parallelo in Alta Badia, ore 18.15 diretta Raisport ed Eurosport. Italiani al via Moelgg, De Aliprandini e Tonetti

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.