Hysaj "stona" con Bella Ciao e gli ultrà lo squalificano

Il neo difensore canta in ritiro: dai tifosi, a maggioranza di estrema destra, odio e minacce

Hysaj "stona" con Bella Ciao e gli ultrà lo squalificano

Per qualcuno una nota stonata. E un altro motivo di polemica. Elseid Hysaj, difensore albanese 27enne che si è svincolato dal Napoli ed è passato alla Lazio (che ancora non lo ha ufficializzato perché bloccata dall'indice di liquidità), è stato accolto dai nuovi compagni che, come spesso si fa con i nuovi arrivati, gli hanno chiesto di intonare una canzone davanti a tutti. Hysaj ha scelto Bella Ciao, canzone popolare idealmente associata al movimento partigiano. Difficile volesse lanciare un messaggio politico, anche perché accanto a lui Pepe Reina, notoriamente non un simpatizzante della sinistra, se la rideva.

I tifosi della Lazio, da sempre schierati a destra, non hanno però apprezzato. Su Hysaj si è abbattuto il disappunto della tifoseria tramite i social. Da «magari si spacca tutto» passando per «lo vendessero subito», fino a «Radu rompigli il crociato», i commenti d'odio si sono sprecati. «Se cantavi l'inno della Roma era meglio», ironizza qualcuno, «ma per carità, è meglio giocare in 10» e «ma lo sa di non essere a Livorno?» sono altri commenti per lo meno non violenti che si sono ripetuti sotto i vari filmati dell'esibizione canora di Hysaj. Una minoranza ha invece reagito sottolineando che «Lazio e fascismo non sono sinonimi», ma alla maggioranza la scelta di cantare Bella Ciao ha dato fastidio.

Addirittura nella sera fra sabato e domenica qualche tifoso presente ad Auronzo avrebbe manifestato personalmente il proprio disappunto al calciatore. E a metà luglio in casa Lazio è già l'ennesimo motivo di tensione: dal rocambolesco e inaspettato addio di Inzaghi, fino al ritardo di Luis Alberto, rimasto, per propria iniziativa, una settimana in più in vacanza, fino al presunto caso di positività all'interno del ritiro senza dimenticare l'incertezza sul futuro di Angelo Peruzzi, team manager molto caro a Inzaghi e allo spogliatoio che non ha apprezzato il fatto di esser stato escluso dai processi decisionali che hanno portato Sarri alla Lazio.

Di cose di cui discutere, durante il ritiro ad Auronzo, ce ne sono eccome. Per questo la polemica fra i tifosi e Hysaj era del tutto evitabile. Ma per qualcuno, non solo sui social, è l'albanese che, indipendentemente dalle sue intenzioni politiche, avrebbe dovuto evitare di cantare Bella Ciao. Perché per i tifosi è più di una nota stonata.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti