I 200 milioni che incoronano la Dea... regina

Il vivaio atalantino miniera d'oro: è l'incasso degli ultimi cinque anni

Chiamatela la fabbrica dei talenti. Il vivaio si conferma una vera miniera d'oro per l'Atalanta, che ha ottenuto negli ultimi 5 anni più di 200 milioni di euro di plusvalenze dalle cessioni dei propri gioiellini. Da Kessie (27 milioni) a Bastoni (31) passando per Conti (24), Barrow (15), Gagliardini (22) e Kulusevski (35) fino all'ultima cessione da urlo: quella di Amad Diallo volato ufficialmente al Manchester United per 40 milioni complessivi, con la Dea che avrà anche il 15% sulla futura rivendita del classe 2002.

Competenza e coraggio le parole chiave del boom sul mercato da parte della società nerazzurra. Merito delle scelte coraggiose della famiglia Percassi e dell'abilità del tandem Sartori-Costanzi-Zamagna nello scovare campioncini. E poi in panchina c'è un sarto formidabile come Gian Piero Gasperini che riesce a valorizzare in maniera esponenziale e come nessun altro tecnico in Italia il materiale a disposizione. Un club oggi più forte anche dei singoli. Non è un caso che questa Atalanta sia tornata a volare (4 vittorie e 1 pareggio nelle ultime 5 gare) da quando la stella Papu Gomez, nel mirino di Inter e Fiorentina, è finita ai margini.

Oggi pomeriggio in quel di Benevento, intanto, la truppa bergamasca aprirà la 17ª giornata, con l'obiettivo di centrare un altro successo per riaffacciarsi in zona Champions. Muriel alle prese con acciacchi muscolari partirà dalla panca: davanti fiducia a Duvan Zapata con Ilicic e Pessina a sostegno. Gasp in conferenza, a differenza di molti suoi colleghi più celebri, non ha invocato rinforzi di mercato. Anzi ha ribadito come l'organico atalantino sia fin troppo profondo: «Sutalo avrebbe bisogno di giocare per crescere, poi non so se arriverà o meno una società che lo vuole. Non ho spazio e volontà di regalare spazio a tutti. Mi bastano 16-17 giocatori»

A proposito di trattative: in Serie A va completandosi il giro di terzini destri. La Juve in sinergia col Benevento (dove giocherà fino a giugno) chiude per Reynolds (FC Dallas), con la Roma che vira su Montiel (River Plate), mentre la Fiorentina punta Malcuit (Napoli) per rimpiazzare Lirola destinato al Marsiglia. Il Milan nel frattempo stringe per Simakan dello Strasburgo: offerti 18 milioni (bonus inclusi) ai francesi, pronto un contratto fino al 2025 per il centrale. Infine Napoli in pole per Zaccagni: offerti 12 milioni al Verona per prenderlo subito (lasciandolo in prestito ai veneti sino a giugno) e anticipare così Inter, Milan e Lazio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cir

Sab, 09/01/2021 - 15:37

il calcio va abolito.