La Juventus batte 3-0 la Fiorentina. Commisso al veleno: "Gara decisa dall'arbitro"

La doppietta su rigore di CR7 e la rete nel finale di de Ligt hanno permesso alla Juventus di mandare al tappeto 3-0 la Fiorentina. Mini fuga dei bianconeri

La Juventus batte 3-0 la Fiorentina. Commisso al veleno: "Gara decisa dall'arbitro"

La Juventus di Maurizio Sarri si rialza prontamente dopo la bruciante sconfitta subita la scorsa settimana contro il Napoli di Gattuso. I bianconeri, seppur soffrendo nel primo tempo con uno Szczesny fenomenale su Chiesa e Lirola, hanno vinto con un secco 3-0 contro la Fiorentina di Beppe Iachini grazie alla doppietta su rigore di Cristiano Ronaldo, al 40 e all'80' e alla rete finale di Matthijs de Ligt, alla seconda gioia in campionato. Per CR7 è la nona partita consecutiva in cui va in gol e sta diventando sempre più decisivo nell'economia della squadra di Sarri. La sfida dell'ora di pranzo dell'Allianz Stadium poteva presentare diverse insidie ma i bianconeri sono riusciti a non perdere la concentrazione dopo le critiche subite dopo la netta sconfitta di Napoli. Con questo successo la Juventus vola a quota 54 punti, momentaneamente a più se sull'Inter di Conte che questa sera giocherà a Udine contro la squadra di Gotti e a a più otto sulla Lazio che ospiterà la Spal e che mercoledì 5 febbraio recupererà la sfida contro l'Hellas Verona.

Al termine del match il presidente della Fiorentina Rocco Commisso ha attaccato pesantemente l'arbitro Pasqua reo di aver indirizzato la partita verso i colori bianconeri. Le sue parole ai microfoni di Dazn: "Voglio dire questo, sono qui da sei mesi e non ho mai criticato gli arbitri, ma non possono decidere le partite. Siamo disgustati, quello che è successo con il Genoa, non ci hanno dato rigore contro l'Inter, oggi ci hanno dato contro due rigori. Il primo c'era, il secondo no. Gli arbitri non possono decidere le partite, devono lasciare a giocatori in campo".

Il numero uno della Fiorentina ha poi continuato: "La Juve è più brava di noi lasciate che vinca in campo, non che siano gli arbitri ad aiutarla. I giocatori sono tutti arrabbiati. Eravamo 1-0 per loro e hanno dato un altro rigore, da lì è iniziato casino. I ragazzi sono demoralizzati e mi dispiace per loro. Sono tre partite una dopo l'altra che quando ci sono stati rigori non sono andati al Var a vederli, come con Genoa e Inter, oggi sono andati al Var e questa è stata la decisione".

La Juventus, per bocca del vice presidente Pavel Nedved ha risposto in maniera piccata a Commisso: "Si sta usando la Juve in modo sbagliato. Siamo stufi di questo andamento e che si dica che vinciamo senza meriti. Non ha senso cercare alibi quando si gioca contro di noi. Con la Fiorentina è stata una vittoria meritata e certe dichiarazioni fanno male al calcio. Le decisioni le prendono gli arbitri e abbiamo anche il Var".

La cronaca

Il primo tiro in porta della partita è di Pulgar che chiama alla parata Szczesny. La Juventus protesta per un contatto Cutrone-Pjanic al 10' ma per Pasqua e il Var è tutto regolare. La Fiorentina inizia a macinare gioco e tra il 22' e il 23' il portiere polacco della Juventus si esibisce in due grandi parate su Chiesa e Lirola. Dragowski para il tiro di Bentancur al 28' e al 37' i bianconeri protestano per un fallo di mano di Pezzella sul tiro di Pjanic. Pasqua va al Var a rivedere l'azione e concede rigore: dal dischetto CR7 fa secco il portiere polacco della Fiorentina.

Nella ripresa la Fiorentina prova a riprenderla per i capelli ma non riesce a far male alla Juventus. Benassi ci prova da fuori con un gran tiro al 63' e un minuto dopo Dragowski compie un miracolo sul tentativo di Higuain ben servito da Douglas Costa. Rabiot ci prova con un insidioso al 72' ma il numero uno viola respinge e cinque minuti dopo Pasqua concede un altro rigore alla Juventus per fallo di Ceccherini in area su Bentancur. Dal dischetto CR7 batte ancora una volta Dragowski. In pieno recupero Dybala pennella un cross al bacio per de Ligt che di testa segna il definitivo 3-0.

Il tabellino

Juventus: Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Rabiot (88' Matuidi); Douglas Costa (83' Bernardeschi., Higuain (67' Dybala), Cristiano Ronaldo

Fiorentina: Dragowski; Ceccherini, Pezzella, Igor; Lirola (88' Agudelo), Ghezzal (61' Vlahovic), Pulgar, Benassi, Dalbert; Chiesa, Cutrone (72' Sottil)

Reti: 40', 80' Cristiano Ronaldo (J), 91' de Ligt (J)

La classifica di Serie A: Juventus 54, Inter 48, Lazio 46, Roma 39, Atalanta 38, Cagliari e Parma 32, Milan 31, Bologna 30, Hellas Verona 29, Napoli e Torino 27, Sassuolo 26, Fiorentina 25, Udinese 24, Sampdoria 20, Lecce 16, Spal, Genoa e Brescia 15

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?