Kia Stonic è per tutti Intrigante e muscolosa guarda ai neopatentati

Offerta di lancio a 13.950 euro. Versione su misura per i principianti. La guida assistita

Bruno De Prato

Parma La coreana Kia continua a macinare successi sul mercato italiano con una crescita continua rispetto ai già positivi risultati conseguiti nel 2106. I meriti vanno sia al team di brillanti manager guidato da Giuseppe Bitti, dal 2002 ad di Kia Italia, sia all'elevata qualità di ogni nuovo modello proposto, tre in questo 2017: la «piccola» Picanto, la sportiveggiante Rio e, ora, il Suv compatto Stonic. Kia Stonic colpisce immediatamente per il suo stile straordinariamente intrigante e muscoloso grazie alle ruote da 17, ai passaruote marcati e all'ampia presa d'aria. Ma a dare una personalità estremamente esclusiva e molto grintosa ci pensa il montante posteriore, di forte sezione e inclinato in avanti a conferire un eccezionale dinamismo a tutto lo stile. Il tocco finale viene con la combinazione bicolore, con il profilo del montante che sale sul tetto a formare una sorta di cintura di rinforzo. Un'idea grandiosa.

Kia Stonic è lunga 4,14 metri ma, in relazione all'ingombro esterno, offre un'ottima abitabilità per 4 adulti, più un vano bagagli con volumetria utile di 352 litri. La combinazione giusta per una famiglia giovane o per single in cerca di avventura. Gli interni presentano un livello di finizione ricercata per una vettura di questa classe, con sedili di configurazione mirata a un comfort gradevole in tutte le condizioni di guida, selleria bordata da doppie impunture di colore contrastante, e una strumentazione allo stato dell'arte, molto completa e integrata da un display centrale da ben 7 pollici in cui sono integrate le funzioni del navigatore, quelle del sistema di infotainment con capacità di aggregare lo smartphone personale.

Stonic dispone di una serie di sistemi di sicurezza tra cui quello di frenata autonoma in ambiente urbano, con riconoscimento dei pedoni, il controllo della stabilità e neutralità della risposta dinamica sia in rettilineo sia in curva, e il sistema di assistenza alle partenze in salita. Tre le motorizzazioni proposte, con il nuovo tre cilindri turbo-iniezione diretta che rappresenta la novità principale nel settore. Si tratta di un'unità capace di una potenza di 120 cv e di una coppia massima di 171 Nm a soli 1.750 giri con consumo medio di soli 5 litri/100 km.

Per il test abbiamo preferito ancora il turbodiesel 1.6 da 110 cv e 260 Nm di coppia massima, forte, generoso e sobrio (solo 4 litri/100 km) e molto attraente per l'erogazione, fluida e potente, perfettamente in linea con le ottime qualità dinamiche dell'autotelaio; lo sterzo si rivela agile e sensibile.

Completano la lista un motore a benzina da 84 cv, per neopatentati, mentre a gennaio arriverà anche un 1.4 litri con alimentazione bifuel Gpl. Stonic è adeguatamente confortevole, anche dal punto di vista acustico. I prezzi partono da 16.250, ma al lancio il listino inizia da 13.950 euro sino a fine anno.