L'ultima follia inglese: "Campioni? Senza giocatori neri…"

The Economist sgancia la bomba contro l'Italia: "L'aspetto più sorprendente della squadra azzurra è che è l'unica tra le concorrenti che non include un solo giocatore di colore"

L'ultima follia inglese: "Campioni? Senza giocatori neri…"

In Inghilterra, qualcuno o molti, non hanno ancora accettato di aver perso meritatamente la finale di Euro 2020 contro l'Italia di Roberto Mancini ma ora si sta arrivando al delirio. Dopo i vari tentativi di far rigiocare la finale per non si sa quale motivo con petizioni sui social, ecco l'affondo di The Economist secondo cui la nostra nazionale non sarebbe in realtà campione. L'assurda motivazione? Il fatto di non aver alcun giocatore di colore nella rosa dei 26 scelti dal commissario tecnico Mancini.

Delirio inglese

Secondoi il quotidiano, infatti, "l'aspetto più sorprendente della squadra italiana è che è l'unica tra le concorrenti che non include un solo giocatore di colore". Per questa assurda ragione, dunque, la vitoria dell'Italia non sarebbe considerata valida. The Economist continua affermando: "Circa 5 milioni di persone che parlano italiano come lingua dominante continuano a essere considerate straniere. La grande notte del calcio europeo non è stata un grande momento per il multiculturalismo"

Ovviamente questo tweet ha scatenato l'ilarità sui social network con molti tifosi italiani ma anche tanti inglesi che hanno ironizzato su questo assurdo argomento anche perché all'interno della rosa dei 26 giocatori scelti da Mancini erano presenti ben tre oriundi: Emerson Palmieri, Rafael Toloi e Jorginho (tutti e tre italiani di origine brasiliana).

Non solo, perché Moise Kean è stato vicinissimo alla convocazione ed essendo un classe 2000 con un futuro si spera per lui radioso davanti a sè ci saranno ancora tante chance per essere convocato. Prima di lui anche Mario Balotelli che è stato per diversi anni nel giro della nazionale.

La cosa sorprendente, però, è come The Economist abbia tirato fuori un argomento del tutto privo di senso, privo di fondamento. Un commissario tecnico, infatti, è libero di convocare chi vuole per europei e mondiali e di certo non dirama delle convocazioni guardando il colore della pelle del giocatore stesso. Questa ennesima caduta di stile dimostra come Oltremanica qualcuno non abbia ancora digerito la sconfitta meritata e invece di meditare sugli errori commessi da Southgate e i suoi ragazzi si punta il dito sugli azzurri che stanno invece ancora festeggiando a distanza di 5 giorni dalla conquista di Euro 2020.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti