L'errore clamoroso di Valentino Rossi: cosa è successo al debutto sulle quattro ruote

Alla "3 Ore" di Imola il Dottore ha ritardato il pit stop di un giro non vedendo la segnalazione dell'addetto box. Un errore che ha pregiudicato la gara del team

L'errore clamoroso di Valentino Rossi: cosa è successo al debutto sulle quattro ruote

Valentino Rossi comincia la sua nuova vita sulle quattro ruote con un errore da principiante: il Dottore entra in pit-lane ma a causa della confusione non riesce a trovare la piazzola di sosta del suo box e tira dritto con uno dei meccanici che lo insegue a piedi per alcuni metri.

"Voglio solo divertirmi ma per farlo devo stare davanti", aveva confessato Valentino, prima del debutto alla 3 Ore di Imola, prima gara del campionato Gt World Challenge Europe, scelto dal nove volte campione del mondo per cominciare la sua avventura professionistica a quattro ruote dopo l'addio al Motomondiale.

La ricostruzione

Eppure era andato tutto benissimo per un'ora, col Dottore che al volante dell'Audi R8 era riuscito addirittura a recuperare una posizione rispetto al passaggio di testimone col compagno di squadra, lo svizzero Muller. Da 13° in classifica, Valentino stava per dare il cambio al 3° pilota del team Wrt, il belga Frederic Vervisch, approfittando dell'ingresso in pista della Safety Car per un precedente incidente.

A quel punto arriva l'inconveniente: data la grande confusione in pit-lane non riesce a trovare il suo box e prosegue lungo tutta la corsia dei box rientrando nuovamente in pista per effettuare un altro giro di gara. Curiosa e quasi comica la reazione del meccanico del team Wrt, che vedendo passarsi davanti Valentino ha provato ad inseguire in pit-lane l'Audi per segnalare la posizione della piazzola di sosta. Questo clamoroso errore ha inevitabilmente compromesso la gara della sua squadra con l'ultimo frazionista Vervish finito imbottigliato nelle retrovia del gruppo. Il team ha poi chiuso la gara al 17° posto al termine di una bella rimonta.

Una volta sceso dalla vettura il Dottore è apparso molto amareggiato per quell'errore: "Che peccato, aveva funzionato proprio tutto: sfortunatamente c'erano tante macchine e una gran confusione. Abbiamo perso un sacco di tempo" sono state infatti le prime parole del pilota di Tavullia. Tecnici e meccanici della squadra belga lo hanno abbracciato con un sorriso e ad aspettarlo c'era anche la fidanzata e neomamma, Francesca Sofia Novello. Quel"ci rifaremo presto" sembra più che una promessa, Valentino farà di sicuro tesoro dell'errore commesso. Dopo tutto anche ad una leggenda capita di sbagliare.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti