Mercato, tutte le mosse delle big. Ibra a un passo dal Milan?

Le big di Serie A già al lavoro per rinforzare la rosa in vista del mercato invernale che inizierà il 2 gennaio. Inter scatenata, molto vicino Vidal. Juventus su Paredes, mentre il Milan è a un passo da Ibra. Il Napoli vuole l'ex doriano Torreira

Ci risiamo. Dopo quattro mesi di (relativa) tranquillità, il calciomercato torna a scaldare i cuori dei tifosi. La sessione invernale comincia il 2 gennaio e termina alla fine del mese. Nel mezzo, il solito bailamme di trattative più o meno realistiche. Una cosa è certa. Saranno quattro settimane di fuoco che vedranno impegnate le 20 squadre di Serie A. Tutte con lo stesso obiettivo: rinforzare le rose. Chi per vincere lo scudetto (Juventus e Inter), chi per qualificarsi in Champions League (Lazio, Roma e Atalanta) e chi, come il Milan, per provare a raddrizzare una stagione iniziata male.

Juventus, l'obiettivo è Paredes. Via Emre Can?

Scossa dalla sconfitta in Supercoppa Italiana, la Juventus si affaccia sul mercato di gennaio sapendo di avere sbagliato qualcosa in estate. A parte Matthijs De Ligt, che ha comunque commesso qualche errore, nessuno dei nuovi acquisti ha convinto. Eppure, quasi certamente non ci saranno movimenti importanti. Il ds Paratici sfoglia la margherita. Il primo petalo a cadere è stato Mario Mandzukic, che ha accettato la corte dell'Al Duhail.

Un altro ad andare via potrebbe essere Emre Can, escluso dalla lista Champions e appetito da diverse big europee. La dirigenza della Vecchia Signora vorrebbe scambiarlo con Leandro Paredes del Psg. L'affare non è impossibile, magari con la formula del doppio prestito con diritto di riscatto. Più suggestiva - ma anche più complicata - la pista che porta a Paul Pogba. Difficile, malgrado l'infortunio, che il Man United lo faccia partire.

Inter, nel mirino Vidal (e non solo)

Continua la telenovela legata ad Arturo Vidal. Il centrocampista del Barcellona è il grande obiettivo dell'Inter per il centrocampo. Antonio Conte spinge da mesi per averlo, ma i blaugrana non fanno sconti. Secondo la Gazzetta dello Sport, il club catalano non vuole lasciarlo partire per meno di 20 milioni di euro. L'offerta dei nerazzurri si ferma a 12 milioni. Colmare il divario di 8 milioni non è impossibile, anche perché l'ex giocatore della Juventus non rientra nei piani del tecnico spagnolo Ernesto Valverde.

C'è tutto il tempo per chiudere la trattativa. Ma l'Inter si muove anche in altri reparti. A Conte serve una punta. Piace il francese Olivier Giroud dell'Arsenal, ma occhio anche ai napoletani Mertens e Llorente. I nerazzurri sono a corto di terzini. Nel mirino Emerson Palmieri e Marcos Alonso del Chelsea, entrambi allenati da Conte nella sua esperienza londinese. Uno dei due dovrebbe arrivare. Tra le possibili cessioni, spunta il nome di Diego Godin. Il difensore non si è ambientato e potrebbe tornare all'Atletico Madrid.

Milan, subito Ibrahimovic e Todibo?

Dopo la disfatta di Bergamo, il Milan ha drizzato le antenne. Servono subito due colpi per tentare di salvare il salvabile. Il primo risponde al nome di un personaggio che i tifosi italiani conoscono molto bene. Proprio lui, Zlatan Ibrahimovic. Varcata la soglia dei 38 anni, l'ex attaccante dei Los Angeles Galaxy rimane il sogno proibito dei rossoneri.

La trattativa va avanti da tempo, tra passi avanti e indietro. A un certo punto pareva che tutto fosse saltato, ma nelle ultime ore da Milanello filtra ottimismo. Lo svedese potrebbe sbarcare in Italia già il 30 dicembre per fare il primo allenamento con i suoi nuovi compagni. Si parla di un contratto di sei mesi con opzione per la stagione 2020/2021, vincolata ai risultati raggiunti. Difficile l'inserimento della clausola di qualificazione alla Champions, distante 14 punti. Più probabile quella legata al numero di gol.

Ma Boban e Maldini pensano anche alla difesa. L'obiettivo è Jean-Clair Todibo, giovane centrale del Barcellona. Che chiede per lui 20 milioni di euro.

Roma, sogno Diaz. Lazio, arriva Kiyine?

Insieme all'Inter, le grandi sorprese del campionato sono le romane. La Lazio ha 6 punti meno delle due capoliste, la Roma segue ad una lunghezza dai cugini biancocelesti. I mercati estivi delle due capitoline sono stati opposti. Il club del presidente Claudio Lotito si è mosso pochissimo, mentre la Roma ha fatto la solita rivoluzione.

Approcci diversi per lo stesso, ottimo risultato. E ora? La Lazio punta a far rientrare Sofian Kiyine dalla Salernitana. Il 22enne marocchino è un esterno di qualità che agisce sulla fascia mancina. Profilo ideale per dare un po' di respiro a Senad Lulic, costretto al super lavoro dall'infortunio di Jordan Lukaku. Mentre Jony non convince.

Per quanto riguarda la Roma, invece, il sogno è Mariano Diaz del Real Madrid. Si tratta del classico numero 9 che sbarcherebbe a Trigoria come vice-Dzeko, dato che Nikola Kalinic non ha convinto e potrebbe andar via.

Napoli, Gattuso a DeLa chiede Torreira

Oltre al Milan, un'altra squadra che ha bisogno di rinforzi è il Napoli. Il club del presidente De Laurentiis è atteso da mesi complicati, e non solo per i risultati che non arrivano. La squadra è giunta a fine ciclo e diversi giocatori potrebbero cambiare maglia già a gennaio. Dries Mertens ha rifiutato un'offerta del Borussia Dortmund, ma la sua partenza non è da escludere, chiuso com'è da Arkadiusz Milik. Difficile pensare a un suo impiego come esterno d'attacco, viste le sue scarse capacità di ripiegamento. Dote che il tecnico Rino Gattuso chiede a tutti i suoi giocatori.

Soprattutto a centrocampo, dove manca un "mastino" abile a coniugare qualità e quantità. Vedi Allan, schierato in cabina di regia con risultati altalenanti: malissimo col Parma, bene col Sassuolo. Ecco perché Ringhio avrebbe chiesto al presidente De Laurentiis l'ex sampdoriano Lucas Torreira, che ora gioca nell'Arsenal.

Atalanta, torna Caldara? Genoa scatenato

La più provinciale delle big, l'Atalanta, attiva in entrata e in uscita. Dopo soli tre mesi, Simon Kjaer potrebbe già partire. Gasperini lo considera poco funzionale al suo gioco, per sostituirlo ecco l'idea Mattia Caldara. Per il difensore rossonero sarebbe un ritorno a Bergamo, ma al momento il Milan si oppone. Sarà decisiva la volontà del giocatore. Ma la Dea lavora anche in ottica plusvalenze: il 19enne Dejan Kulusevski, in prestito al Parma, potrebbe essere ceduto all'Inter per giugno.

Infine, tra le squadre che si muovono di più non poteva mancare il Genoa. La società rossoblù, attualmente all'ultimo posto, avrebbe già trovato l'accordo per il milanista Fabio Borini e lo juventino Mattia Perin.