Milan, Donnarumma smentisce tutto: "Violenza morale? Mai detto né scritto"

Il portiere del Milan, Gianluigi Donnarumma smentisce le voci sulle pressioni psicologiche subite l'estate scorso alla firma del nuovo contratto

Milan, Donnarumma smentisce tutto: "Violenza morale? Mai detto né scritto"

Ora Gigio Donnarumma vuole fare chiarezza sulla questione calciomercato e su quelle pressioni psicologiche subite durante la firma contratto siglato l'estate scorso. Il baby portiere rossonero ha pubblicato un lungo post su Instagram per dire la sua, per rassicurare i tifosi e per placare gli animi.

Il messaggio sui social

"E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! - ammette Donnarumma dopo i fischi e gli insulti ricevuti dai tifosi durante Milan-Verona - Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto. Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... Forza Milan!".

Così Gigio ha voluto le sue posizioni, smentendo così l'agente Mino Raiola che aveva parlato di pressioni psicologiche del Milan nei confronti del suo assistito al momento della firma sul rinnovo. Insieme alla smentita il numero 99 rossonero posta anche una foto di lui e del nuovo allenatore del Milan Rino Gattuso.

Commenti