Il Milan prepara l'attacco: il nome che cambia tutto

Giroud è il nome principe per l'attacco del Milan ma se l'affare dovesse complicarsi Maldini e Massara sono pronti a bussare alla porta della Roma per Dzeko

Il Milan prepara l'attacco: il nome che cambia tutto

Il Milan 2021-2022 inizia a prendere forma con Paolo Maldini e Ricky Massara che stanno disegnando la macchina "perfetta" da mettere nelle mani di Stefano Pioli. Dopo aver di fatto scaricato Gigio Donnarumma per puntare sul numero uno francese Mike Maignan, convocato da Didier Deschamps agli Europei, la dirigenza ha anche riscattato dal Chelsea il difensore canadese Fikayo Tomori per 28 milioni di euro ma non è finita qui. Difesa, centrocampo e attacco: il Milan vuole essere competitivo per affrontare al meglio le tre competizioni, campionato, coppa Italia e soprattutto Champions League, dove i rossoneri torneranno ad essere protagonisti dopo nove anni di assenza.

Colpo in attacco

In avanti Zlatan Ibrahimovic non può dare le garanzie fisiche di qualche anno fa anche perché compirà 40 anni il prossimo 3 ottobre e perché proprio in questi giorni ha subito un intervento al ginocchio che gli farà perdere ulteriormente del tempo per la preparazione. La prima opzione per l'attacco, anche se non è più di "primo pelo" è Olivier Giroud del Chelsea che ha rinnovato per un'altra stagione con i Blues fino al 2022 ma che in caso di offerta ritenuta irrinunciabile da un club estero potrebbe anche liberarsi praticamente a costo zero. Il 35enne transalpino è stato per tempo anche nel mirino dell'Inter che ha poi mollato il colpo.

Il Milan è pronto ad offrirgli un ricco biennale, vista l'età, da 4 milioni di euro netti a stagione e i contatti con il suo entourage sono fitti e costanti. L'accordo prevederebbe inoltre un'opzione per un rinnovo automatico fino al 30 giugno del 2024 quando l'attaccante francese avrà 38 anni. I numeri di Olivier Giroud parlano chiaro: 585 presenze con il club e 235 reti al suo attivo, curriculum di un certo livello per l'ex Arsenal e Montpellier che vuole una nuova esperienza nel campionato italiano.

L'alternativa di lusso

Se Giroud si dovesse complicare per le esose richieste del Chelsea, il Milan si butterebbe a capofitto su un altro ex obiettivo dell'Inter: il 35enne Edin Dzeko della Roma. Il bosniaco attende di conoscere le volontà di José Mourinho che prenderà possesso della Roma ai primi di luglio. L'ex Wolfsburg e Manchester City avrebbe la giusta esperienza per potersi alternare con Ibrahimovic, Rafael Leao e Ante Rebic. Dzeko al momento rappresenta l'alternativa a Giroud che è il vero obiettivo della dirigenza rossonera. A centrocampo, invece, si continua a trattare il difficoltoso riscatto di Sandro Tonali con il Brescia che non arretra di un centimetro: il Milan offre 10 milioni di euro, le Rondinelle ne pretendono 15.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti