"Milan per tutti", tifosi con disabilità allo stadio e sul web

Nuove iniziative per inclusione e accessibilità: firmate partership con Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano Onlus, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e Ente Nazionale Sordi

"Milan per tutti", tifosi con disabilità allo stadio e sul web

Il Milan per tutti” diventa un percorso sempre più inclusivo e solidale che consente anche ai “diversamente tifosi” di seguire la squadra del cuore e le sue sfide in campo: rinnovate le partnership con Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano Onlus, Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus e Ente Nazionale Sordi nel quadro del valore della responsabilità sociale del Club rossonero, iniziative riconosciute come esemplari anche dalla Uefa.

Palcoscenico “fisico” lo stadio, con l’esperienza diretta fatta di passione, entusiamo, emozioni e condivisione. Il Milan infatti garantisce in media 250 ingressi gratuiti per tifosi con disabilità e accompagnatori grazie agli importanti investimenti fatti dal 2016 peri aumentare le postazioni dedicate, migliorarne la qualità, offrire un servizio di steward. Nell'ambito di “San Siro per tutti” è stato creato un settore esclusivo a livello del campo, riservato ai tifosi non vedenti e ipovedenti, in collaborazione con la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano e all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. Nuovo servizio che prevede la presenza di due speaker che, dalla tribuna stampa dello stadio, raccontano la partita a tutti i tifosi che lo richiedono: la “voce” è quella di Radio Rossonera e arriva ai tifosi attraverso un apposito segnale radio grazie a un apparecchio audio distribuito direttamente ai posti assegnati.

Non solo, il Milan, forte del suo percorso di digitalizzazione, porta le emozioni di tutto mondo rossonero e l’atmosfera dello stadio ovunque, anche a casa, attraverso home device e canali digitali ufficiali AC Milan (sito e App). Opportunità rafforzata dalle partnership con Google e Alexa Amazon, che permettono di accedere a una serie di funzionalità che rendono le partite più intense: oltre alla telecronaca, news, podcast, cori e molto altro ancora.

Anche i tifosi sordi possono accedere ai contenuti digitali: l’accordo prevede infatti che ogni settimana vengano sottotitolati e tradotti in LIS i video e le interviste più rilevanti. Inoltre, unico Club in Italia, trasmette live in LIS tutte le conferenze stampa di mister Pioli prima della gara.

“I nostri tifosi sono al centro di tutto ciò che facciamo, senza distinzioni. Perché il Milan è di tutti. Siamo dunque orgogliosi di firmare questi due accordi, che testimoniano l’impegno concreto del Club nelle politiche di inclusione, in linea con il nostro Manifesto RespAct per l’equità sociale, l’uguaglianza e l’inclusività lanciato lo scorso anno– ha detto Paolo Scaroni, presidente di AC Milani -. Insieme renderemo il Club ancora più accessibile, attraverso l’identificazione di nuove iniziative e soluzioni efficaci. Rafforzeremo così un best case che ci vede pionieri nel settore e che mettiamo a disposizione di tutto il sistema calcio italiano, in attesa che il settore possa evolvere e fare un reale scatto in avanti in tema di inclusione sociale”.

Paolo Scaroni ha anche annunciato la volontà del Milan di realizzare nel nuovo stadio più posti funzionali e facilmente accessibili per i disabili, cosa che a San Siro non è possibile, auspicando che il consiglio comunale approvi subito dopo le elezioni il progetto, decisione che consentirebbe di iniziare i lavori entro il 2022. Sulla completa riapertura al pubblico degli stadi come avviene già in altri Paesi europei ha detto: “Mi auguro che il governo ci ascolti, se non al 100% almeno al 75% perché c’è una grande voglia di stadio da parte dei tifosi e vorremmo accontentarli tutti”.

“La firma del protocollo di intesa fra AC Milan e la Fondazione Istituto dei Ciechi di Milano dà spessore e continuità all’impegno della società rossonera a voler far vivere la magia e le suggestioni del calcio in presenza alle persone con disabilità visiva. Per i tifosi non vedenti essere accolti con affetto e disponibilità allo stadio di San Siro, in occasione degli incontri, è un segnale molto bello e importante”, ha sottolineato Rodolfo Masto, presidente della Fondazione”.

Renzo Corti, presidente del Consiglio regionale lombardo dell'Ente Nazionale Sordi, soddisfatto per il proseguimento della collaborazione per la fruizione di prodotti video sottotitolati e tradotti in Lis e delle conferenze stampa pre partita di Pioli tradotte in lingua dei segni, ha commentato: “Abbiamo ricevuto dai numerosissimi tifosi sordi rosso neri di tutta Italia grande consenso e soddisfazione per quanto finora scaturito dalla collaborazione. In tanti ci hanno detto che finalmente si è avverato un sogno: grazie a questo servizio i tifosi sordi possono sentirsi un po' più partecipi delle avventure della loro squadra del cuore che sono diventate loro accessibili. In qualità di Presidente ribadisco il motto: ENS sempre con i sordi per garantire il diritto di tutti al pieno accesso alla vita quotidiana del nostro Paese”. E ha aggiunto, sorridendo: “Forse imparare la lingua dei segni potrebbe aiutare Pioli e i giocatori a dialogare in campo senza farsi capire dagli avversari…”.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti