Mondiali di basket, l'Italia batte l'Angola e stacca il pass per la fase successiva

L'Italia di Sacchetti annienta per 92-61 l'Angola e mercoledì contro la Serbia si giocherà il primo posto nel girone. Gli azzurri sono già alla fase successiva e qualificati al Preolimpico di Toky 2020

L'Italia di basket del commissario tecnico Sacchetti dopo aver schianto all'esordio e agevolmente le Filippine con un parziale di 108-62 ha fatto lo stesso con l'Angola nella seconda partita del mondiale. Gli azzurri hanno mandato ko gli africani con il punteggio di 92-61 e ottiene così due risultati: l'accesso alla seconda fase e il pass per il Preolimpico della prossima estate che porterà alla qualificazione per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Mercoledì 4 settembre l'Italia se la vedrà contro la Serbia e si giocherà il primo posto nel girone ma non solo dato che nella seconda fase che si terrà a Wuhan ogni squadra si porta dietro i punti fatti nella prima fase e dunque bisognerà tentare di vincere per spinarsi la strada verso i quarti di finale.

La partita

Il match si mette subito bene per l'Italia che si porta sul 18-10 e mette poi la quinta chiudono il primo quarto con un rassicurante più 14 sugli africani che comunque hanno provato a difendersi usando le armi a loro disposizione. Gli azzurri continua a macinare punti con un Belinelli e un Hackett in grande spolvero e chiudono il primo tempo con 23 punti di margine. La musica non cambia nel terzo quarto e anche nell'ultimo parziale dove l'Italia chiude con autorevolezza e con oltre trenta punti di vantaggio sull'Angola che si arrende 92-61.

Il tabellino

Italia-Angola (25-11, 44-21, 69-34, 92-61)

Italia: Belinelli 17, Brooks, Hackett e Abass 11.
Angola: Moreira 15, Paulo 12, Morais 10.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.