Mondiali femminili, Italia ko con l'Olanda: finisce il sogno delle azzurre

L'Italia cede 2-0 con l'Olanda con due reti nel secondo tempo di Miedemae Van der Gragt, le azzurre fuori ai quarti di finale

Termina il cammino dell'Italia sconfitta 2-0 dall'Olanda ai quarti di finale dei Mondiali femminili allo Stade du Hainaut di Valenciennes.

Finisce il sogno delle ragazze di Milena Bertolini, che si inchinano alla quotata Olanda, campione d'Europa in carica. Vincono con merito le Oranje, che provano sempre a fare la partita con un gioco brillante e propositivo. Solo applausi per le azzurre che combattono, soffrono e restano in partita fino al terribile uno due olandese con Miedema e Van der Gragt, che mettono fine ad un cammino entusiasmante.

L'Olanda parte subito all'attacco spingendo sulle corsie laterali. I ritmi non sono elevati per via del gran caldo, meglio l'Olanda più manovriera rispetto all'Italia senza però creare occasioni da rete. Le azzurre escono dal guscio al 18', errore sottoporta della Bergamaschi che non sfrutta una sponda aerea di Bonansea. L'esterno azzurro calcia debolmente e centralmente con Van Veenendaal che blocca senza problemi. Dopo il buon inizio adesso l'Olanda non riesce più a organizzare il gioco in maniera pericolosa e sbaglia molti appoggi e passaggi semplici. Al 36' altra occasione per l'Italia: Giacinti viene servita al limite dell'area appena decentrata sulla sinistra: il diagonale è però fuori misura e finisce a lato. In chiusura del primo tempo contropiede pericoloso dell'Olanda con Van de Donk che non se la sente di calciare di sinistro da dentro l'area e permette alla difesa azzurra di chiudere e liberare.

Secondo tempo subito di marca oranje. Al 49' pericolo per la difesa azzurra con Van de Sanden che crossa da dentro l'area per Miedema, che non riesce a girare a rete da buona posizione. Olanda sfonda sempre sulla destra adesso: ancora un cross insidioso di Van de Sanden che questa volta serve Mertens che stoppa e tira, ma Giuliani blocca a terra. Al 58' le azzurre tremano, conclusione fantastica di Van de Donk dal limite ma la palla che si infrange sulla traversa e torna in campo. Al 70' la svolta del match Miedema di testa anticipa tutte a centro area su una punizione dalla sinistra e gira alle spalle di Giuliani che nulla può. L'Italia risente del gol subito e subisce il raddoppio ancora con un colpo di testa: all'80' cross di Spitse dalla destra per la centrale difensiva Van Der Gragt che mette in rete. Le azzurre provano a riaprire la gara, la neo entrata Sabatino va al tiro da pochi passi ma Van Veenendaal respinge in corner. Non c'è più tempo, le olandesi controllano con ordine e approdano in semifinale dove aspettano la vincente tra Germania e Svezia. Finisce la splendida avventura delle azzurre, che escono dal campo tra meritati applausi.

ITALIA (4-4-2): Giuliani; Guagni, Linari, Gama, Bartoli (46' Boattin); Bergamaschi (75' Serturini), Galli, Giugliano, Cernoia; Bonansea (55' Sabatino), Giacinti. Ct Bertolini.

OLANDA (4-3-3): Van Veenendaal; Van Dongen, Bloodworth, Van der Gragt (87' Dekker), Van Lunteren; Spitse, Van de Donk, Groenen; Martens, Vande Sanden (56' Beerensteyn), Miedema (87' Roord). Ct Wiegman.

MARCATORI: 70' Miedema (O), 80' Van der Gragt (O)

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 17:26

Peccato, brave comunque! A differenza dei maschietti che si credevano i piu forti ma in realta sono la solita italietta

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 17:27

Piu brave dei maschietti ma soprattutto piu umil8

Ritratto di saggezza

saggezza

Sab, 29/06/2019 - 17:32

Bravissime comunque. Sarà per la prossima volta.

rossini

Sab, 29/06/2019 - 17:37

Meglio così, ve lo confesso, meglio così. Se questa squadra di lesbicone avesse vinto il Campionato, chi li avrebbe potuti sopportare quelli dei Sinistra che avrebbero visto nella vittoria il riscatto del femminismo. Sarebbe stato un tormentone che ci avrebbe rotto i cabasisi per l'intera estate.

maurizio-macold

Sab, 29/06/2019 - 17:48

Il post del celebroleso ROSSINI (17:37) era da censurare. Mi indigno per la testata del Giornale che lo ha pubblicato.

NoSantoro

Sab, 29/06/2019 - 17:50

Mi dispiace per le ragazze ma, almeno, è finita la rottura di scatole. I giornalisti, quelli della RAI in primis, riescono a rendere insopportabile qualsiasi cosa.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Sab, 29/06/2019 - 17:57

Sconfitta provvidenziale: faranno ancora in tempo a sfilare a Milano, insieme a Beppe Sala con la fascia tricolore.

maurizio-macold

Sab, 29/06/2019 - 18:20

La misoginia e' una malattia molto diffusa nella destra, ed alcuni post lo dimostrano. Poi come nel caso di PILSUDSKI (17:57) si mischia tutto, ma la sostanza e' sempre la stessa: maschio destrorso e represso masturbati nel cesso!

Marguerite

Sab, 29/06/2019 - 18:34

Peccato per te, Salvini...te andato bene contro la Svezia....se si può dire, ma no contro l’Olanda!

Ritratto di pedralb

pedralb

Sab, 29/06/2019 - 18:52

@maurizio...la libertà di opinione è ad appannaggio di voi moralmente superiori... altrimenti partono le offese..... MA VAT A CAGHER

alfredo-pa

Sab, 29/06/2019 - 19:02

I commenti di alcuni dimostrano che una parte di persone di destra è potenzialmente molto pericolosa.

siniscalcocacciatore

Sab, 29/06/2019 - 19:45

Brave ad arrivare in semifinale, anche se la pubblicità di questo mondiale me la sono trovata d'appertutto ed era insopportabile.

caren

Sab, 29/06/2019 - 19:50

Eg. macold, ognuno è libero di pensarla come vuole e le tue argomentazioni non spostano di un millimetro la questione globale. Ad ogni modo io sono d'accordo con rossini, NoSantoro e Pilsudski. P.S. Il calcio femminile è un'altra bella invenzione di distrazione di massa. Cordiali saluti.

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 19:54

La politica e la rovina di tutto fuori la politica da musica sport attivita culyurali e quant altro

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 19:55

Rossini no avrebbero mai potuto vincere contro squadre piu forti? Tutte lesbicone a detta tua? E tu che ne sai, ? A parte sparlare a vanvera?

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Sab, 29/06/2019 - 20:00

È solamente un gioco da non prendere troppo sul serio. Ci si diverte e poi chi vince o chi perde non deve essere così importante.

ziobeppe1951

Sab, 29/06/2019 - 21:09

Sono totalmente d'accordo con rossini17.37...e Pilsudski..17.57...alla facciazza di MACOLD (sempre per la libertà di opinione)

ziobeppe1951

Sab, 29/06/2019 - 21:44

MACOLD....parafrasando del rio....quando è necessario si può tranquillamente violare il politicamente corretto

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 21:57

Zio beppe che c entra il calcio femminile con la politica? Qua tanti sparlano z vanvera senza sapere nulla della nazionale femminile e senza aver visto nulla dei mondiali

yulbrynner

Sab, 29/06/2019 - 22:00

Caren e allora? Nella vita occorre anvhe un po svagarsi senza perder d occhio i valori e cio che e importante nella vita umana

caren

Sab, 29/06/2019 - 22:59

Eg. yulbrynner, la mia non voleva essere un'interferenza nelle vite altrui. Esprimevo solo il mio pensiero, senza voler condizionare alcunché. Con rispetto, Cordiali saluti.