Il Napoli esonera Ancelotti: si attende l'ufficialità di Gattuso

Il Napoli ha reso noto l'esonero di Ancelotti: il futuro si chiama Gennaro Gattuso. Il comunicato del club azzurro: "Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti"

Carlo Ancelotti non è più l'allenatore del Napoli: il club azzurro con una nota sul proprio sito ufficiale e sui canali social ha reso noto di aver revocato l'incarico al 60enne di Reggiolo: "La Societa Sportiva Calcio Napoli ha deciso di revocare l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra al signor Carlo Ancelotti. Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra la società, il suo presidente Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti".

L'ormai ex tecnico del Napoli paga una prima parte di stagione altamente deficitaria in campionato ed è stato esonerato nonostante il brillante passaggio di turno in Champions League. Qualcosa si era rotto nel rapporto tra la squadra, il mister e la società e il tutto era naufragato dopo la "rivolta" dei giocatori che decisero di annullare il ritiro imposto dal club scavalcando l'allenatore e il Presidente.

Rapporto incrinato

Che l'idillio tra il numero uno del club e l'ex allenatore di Psg, Chelsea, Bayern Monaco, Real Madrid, Milan e Juventus fosse ai minimi termini si era intuito ormai da settimane con De Laurentiis che ha rotto gli indugi decidendo di sollevare dall'incarico uno dei tecnici più vincenti della storia del calcio. Al posto di Ancelotti nella giornata di domani dovrebbe essere annunciato il suo successore: il grande pupillo di Carletto, Gennaro Ivan Gattuso che tornerà in panchina a distanza di soli 7 mesi dal suo addio tormentato al Milan.

L'ex allenatore del Napoli aveva confermato di non volersi dimettere al termine di Napoli-Genk e così è stato. L'incontro con il presidente sarebbe dovuto avvenire nella mattinata di domani ma l'imprenditore partenopeo ha deciso di anticiparlo annunciando subito l'esonero di quello che fino a pochi mesi fa era definito il vero valore aggiunto del club azzurro. Il 60enne di Reggiolo lascia dopo un anno e mezzo e ora potrebbe già rilanciarsi all'Arsenal che lo aspetta a braccia aperte dopo l'esonero di qualche giorno fa di Unai Emery.

Inizia l'era Gattuso

Gattuso erediterà una squadra di qualità, che disputerà gli ottavi di Champions League nel mese di febbraio, ma assolutamente da recuperare in campionato dove naviga a meno 15 dalla Juventus seconda in classifica e a meno 17 dall'Inter di Antonio Conte capolista. Ora si attende solo l'ufficialità e la presentazione ufficiale del 41enne di Corigliano Calabro che sogna così di rilanciarsi dopo aver fatto i miracoli con il Milan nella passata stagione.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?