Occhi e grinta da felino Il crossover Ford Puma è pronto alla zampata

Modello adatto alle famiglie. Come funziona il Megabox nel vano. Mild Hybrid da 150 cv

Roberta Pasero

Marbella Non fermatevi a guardarla soltanto da fuori. Ad ammirare la sua silhouette Suv style, gli «occhi» da felino e il look grintoso disegnato dalla linea del tetto inclinata. Perché Ford Puma, crossover del segmento B, nasconde più di un segreto. Il primo è il bagagliaio verticale. Che contiene un ingegnoso Magic Megabox, un pozzetto da 80 litri di volume ricavato in profondità per caricare oggetti voluminosi alti fino a 1,15 metri, per esempio sacche da golf o piante verdi. Un vano davvero magico, impermeabile e persino lavabile, grazie a un pratico tappo per svuotare i liquidi. Un pozzetto che si può coprire quando non serve con il pavimento del bagagliaio, mentre la cappelliera adattiva sollevandosi con il portellone si regola per fare maggior spazio agli oggetti più grandi.

Ma sono tante altre le astuzie che Puma riserva e che la mette bene in vista tra le sette finaliste in lizza per l'«Auto dell'anno 2020» al prossimo Salone di Ginevra. «Con Puma, Ford Italia entra nel segmento B dei crossover Suv compatti che rappresenta il 25 per cento del mercato dei privati. Lo fa con un'automobile di design, sportiva ma adatta alle famiglie, e con motori mild hybrid», spiega Fabrizio Faltoni, presidente di Ford Italia. «Puma si inserisce nella strategia del marchio che presenterà entro l'anno 14 modelli elettrificati. A marzo lanceremo la nuova Kuga con tre versioni ibride, nel secondo trimestre sarà la volta del Suv Explorer importato dagli Stati Uniti e chiuderemo il 2020 con la prima automobile full electric, la Mach E, crossover ispirato alla Mustang con 600 km di autonomia».

Il test drive su Puma ST-Line X 1.0 mild hybrid da 155 cavalli, color Desert Island Blue, lungo le strade spettacolari dell'Andalusia che da Malaga attraversano le montagne del parco naturale Sierra de las Nieves e scendono verso la movida di Marbella, ha riservato tante sorprese racchiuse in 4,20 metri di lunghezza, confortevoli per quattro viaggiatori e un quinto striminzito (prezzo da 22.750 euro).

Si sta al volante con un assistente di guida sicura, il Ford Co-Pilot anti distrazione. Che è in grado anche di riconoscere la segnaletica dei limiti stradali e, dunque, di regolare la velocità, ma anche di costringere a sterzare nelle emergenze grazie a tecnologia radar e telecamera che rilevano i veicoli a rischio collisione o tamponamento. O di parcheggiare, in entrata e in uscita, senza toccare il volante. Una guida in relax che consente anche al passeggero di avere un massaggio di varia intensità sullo schienale dei sedili Zip, dotati di fodere sfilabili con cerniera lampo e lavabili in lavatrice. Basta una mano per toglierle. Non si sa quante, però, per rimetterle.

E sotto il cofano? La tecnologia EcoBoost Hybrid con piccolo motore elettrico e batteria da 48 volt ricaricabile durante le cinque modalità di guida (anche per terreno sdrucciolevole e sterrato) la rende davvero scattante, con consumo ridotto e sound che si accende in modalità sport. Con una zampata, a questo punto, davvero felina.