Olanda-Cile: vincere per evitare il Brasile. Probabili formazioni

Già qualificate Olanda e Cile a caccia del primato per evitare il Brasile e ambire ad un tabellone più agevole

Sanchez, uomo in più del Cile meraviglia

A San Paolo, alle 18.00 nostrane, si affronteranno Cile e Olanda, in quello che è il match che sancirà chi tra le due formazioni accederà da prima del gruppo B alla fase ad eliminazione diretta. Entrambe sono infatti già qualificate, ma arrivare primi ha comunque la sua importanza, perché ciò eviterebbe un probabilissimo ottavo di finale con i padroni di casa. L'Olanda nella prima partita ha sommerso le "Furie Rosse", per poi battere a fatica l'Australia, mentre il Cile, che è da considerare come la vera e propria sorpresa del torneo, dopo aver battuto gli Oceanici all'esordio ha mandato a casa proprio la Spagna, riifilandole un netto 2 a 0.

Quel che è certo è che sia gli Olandesi, alla nona partecipazione ad una fase finale, dove hanno raggiunto per tre volte l'ultimo atto, uscendo però sempre a capo chino, sia i Sud-americani, che sono anche loro alla nona presenza in un Mondiale e vantano un terzo posto ottenuto nella fase finale disputatasi in casa loro 52 anni fa, vogliono vincere per evitare il Brasile (anche se il tecnico dei Carioca ha esplicitamente detto che preferirebbe evitare un incrocio con Vidal e compagni) e vogliono arrivare in fondo. Se però sentire Van Persie parlare di finale non stupisce, lo stesso non si può dire di Vidal, considerando la scarsa tradizione della compagine cilena, la quale tuttavia ha senza dubbio una generazione di giocatori di talento mai avuta prima nella storia.

In conferenza stampa il tecnico olandese ha elogiato il calcio espresso dai prossimi avversari, definendolo "fantastico" ed ha speso parole d'elogio anche per il suo collega. Van Gaal ha, infatti, fatto i complimenti a Sanpaoli per come il Cile sa tenere il campo e attaccare la profondità con tanti giocatori. Quindi si è soffermato sulla necessità di ottenere almeno il pari, per fare in modo che negli ottavi non vi sia l'incrocio con i Carioca, ricordando che, se da un lato la sua squadra:

"Non giocherà per evitare il Brasile, ma per il primato del girone"

è però innegabile che una vittoria garantirebbe un tabellone molto più semplice.

Dall'altro lato il tecnico dei Cileni ha messo l'accento sul fatto che gli "Orange" sono più avvezzi a giocare queste partite e che Van Gaal ha molta più esperienza di lui ed è per questo che partono favoriti. Quindi ha detto la sua sul possibile accoppiamento con il Brasile nel primo match ad eliminazione diretta e si è mostrato molto fatalista, affermando che:

"Bisogna accettare il cammino e l'avversario con cui dovremo confrontarci e affrontarlo nel modo migliore possibile".

Non rimane che scoprire chi saranno gli undici che si giocheranno il primato nel girone? Il tecnico dell'Olanda è senza dubbio quello con i maggiori problemi di formazione, dovendo fare a meno di Van Persie, vero e proprio trascinatore insieme a Robben in questo avvio del torneo. La punta del Manchester United ha preso un giallo evitabile nel secondo match ed è quindi scattata la squalifica, visto che anche nell'esordio con la Spagna si era fatto ammonire. Van Gaal dovrebbe sostituire il suo bomber con Huntelaar, vecchia conoscenza del calcio nostrano. Una curiosità è che l'assenza di Van Persie porterà gli "Orange" a scendere in campo senza nessun "Van", cosa che non succedeva dal 1996. In difesa mancherà Martins Indi, ma il tecnico ancora non ha sciolto la riserva su chi prenderà il suo posto nel reparto arretrato. Il ct cileno arriva invece a questa partita con il problema che tutti gli allenatori vorrebbero avere: quello dell'abbondanza. Nelle intenzioni di Sampaoli Vidal dovrebbe essere ripresentato nell'inedita posizione di rifinitore per i due attaccanti, che così come contro gli iberici saranno Vargas e Sanchez.

Probabili formazioni

Cile (3-4-1-2): Bravo; Silva, Medel, Jara; Isla, Araguiz, Diaz, Mena; Vidal; Sanchez, Vargas.

Olanda (4-2-3-1): Cillesen; Janmaat, De Vrij, Vlarr, Blind; De Jong, De Guzman; Depay, Sneijder, Robben; Huntelaar.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.