Opel Mokka evolve in «X» per sottolineare l'indole da «tuttoterreno»

Enrico Artifoni

Edinburgo Trendy ma accessibile nel prezzo e quasi unica tra i Suv compatti per la disponibilità della trazione integrale, in soli quattro anni Opel Mokka ha conquistato il favore di oltre 600mila automobilisti. Ora aggiunge altre frecce al proprio arco con un mirato aggiornamento di mezza età. Cosa cambia, oltre al nome che guadagna una «X» per sottolineare la vocazione tuttofare e «tuttoterreno» della vettura? Esternamente, la nuova Mokka accentua l'aspetto già muscolare e aggressivo con un frontale ridisegnato che incorpora le luci diurne a Led. All'interno presenta una plancia ripulita dall'eccesso di pulsanti e interruttori trasferendo diverse funzioni sullo schermo touch (da 7 o 8 pollici) e gli opzionali sedili ergonomici che incrementano il comfort. Ma a fare la differenza è la tecnologia utile e alla portata di tutti: nuovi fari anteriori adattivi full Led, la telecamera Opel Eye potenziata e migliorata nella risoluzione; il sistema di infotainment IntelliLink che integra gli smartphone tramite Apple CarPlay e Android Auto e il servizio di informazioni OnStar attivo 24 ore su 24, di serie su quasi tutte le versioni e gratuito per il primo anno.

Il motore di riferimento, il brillante e al tempo stesso parco turbodiesel 1.6 CDTI nelle varianti da 110 e 136 Cv, si fa preferire nella versione più potente, ben abbinata a un duttile cambio manuale a sei marce. L'offerta a benzina spazia dal 1.6 aspirato da 115 cv solo con la trazione anteriore al 1.4 turbo da 140 cv e nella nuova variante a iniezione diretta da 152 cv, l'unica ad associare la trazione integrale on demand a un cambio automatico. Completa la gamma l'apprezzata versione a doppia alimentazione benzina-Gpl con motore 1.4 da 140 cavalli. Il listino parte dai 19.750 euro richiesti per la versione base con il 1.6 a benzina. Tra i quattro livelli di allestimento (X, Advance, Innovation e B-Color) già il secondo concede una dotazione abbastanza ricca (comprende IntelliLink con schermo da 7, integrazione degli smartphone, fendinebbia e cerchi in lega da 17) senza chiedere troppo al portafoglio.

Commenti