L'infarto durante la maratona: paura per Antonio Rossi

L'ex campione olimpico è stato vittima di un malore durante una corsa podistica in Veneto ed è stato ricoverato: "Adesso sto bene"

L'infarto durante la maratona: paura per Antonio Rossi

Momenti di grande apprensione, ma paura passata per Antonio Rossi. L'ex canoista azzurro, vincitore di 5 medaglie olimpiche, è stato colto da un infarto durante una corsa podistica, domenica scorsa a Conegliano. Dopo i primi soccorsi è stato trasferito all'ospedale Sant'Anna di Como, ora è fuori pericolo e nei prossimi giorni dovrebbe essere dimesso.

Un malore improvviso lo ha colto di sorpresa domenica scorsa mentre partecipava ad una mezza maratona a Conegliano, in Treviso, dopo di cui si è reso necessario il tempestivo ricovero. Rossi, 52 anni, ex campione olimpico della canoa, oro ad Atlanta e a Sydney e portabandiera Azzurro a Pechino 2008, è l'attuale sottosegretario con delega allo Sport di Regione Lombardia. Adesso si trova all'ospedale Sant'Anna di Como per i postumi di un infarto. Una volta stabilizzato nella cittadina veneta, è stato traferito a Como nel reparto di emodinamica dell'ospedale dove lavora il suo medico di fiducia, Mario Galli che lo ha operato. Ora le condizioni sono buone, tanto che potrebbe essere dimesso già nei prossimi giorni.

All'ex campione olimpico sono arrivati gli auguri di pronta guarigione dalla sottosegretaria con delega allo Sport, Valentina Vezzali, dal presidente del Coni, Giovanni Malagò, fino al governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana. Sono stati un paio di giorni davvero brutti per l'ex canoista, ma adesso le sue parole esprimono il comprensibile sollievo. "Fatto il tagliando dei 50 anni, ora sono come nuovo", ha scherzato. "Sono stati tutti bravissimi, giovedì dovrei tornare a casa - le sue parole riportate dal Corriere della Sera -.Grazie a chi si è preoccupato per me e alle tante persone che mi hanno inondato di messaggi di affetto".

Soltanto un grande spavento fortunatamente per Rossi, che visto il riposo forzato potrà guardarsi con tutta tranquillità le Olimpiadi di Tokyo. Proprio gli storici successi ai Giochi Olimpici di Atlanta e di Sidney lo resero popolarissimo, facendolo diventare uno dei volti più amati dello sport italiano, grazie anche alle travolgenti telecronache di Giampiero Galeazzi. "Mi hanno rimesso a nuovo. Sono stato sottoposto ad angioplastica, è andato tutto bene - ha spiegato successivamente a LaPresse - Rimarrò in osservazione in ospedale fino a giovedì come minimo. Ho sentito sia il presidente del Coni, Malagò, sia il segretario generale Mornati e ho fatto loro un grosso in bocca al lupo per le Olimpiadi. Ora che dovrò stare a riposo, mi godrò tutte le gare degli azzurri".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?