Pogba incanta la Francia Per l'Equipe destinato a fare la storia

In Francia è Pogba-mania! Sempre più clamore attorno al giovane centrocampista dei Bleus e la Juve gongola

Pogba, nuovo simbolo della Francia di Deschamps

La Francia è letteralmente ai piedi di Pogba. Basti pensare che l'Equipe, solitamente morigerato nei commenti e molto critico anche nei confronti di mostri sacri come Zidane, ha espresso ammirazione per il giovane centrocampista della Juve, affermando senza mezze misure che siamo di fronte ad uno dei mediani e dei giocatori più forti del Mondo. Non è quindi un caso che la Juve si stia da tempo attrezzando per fare in modo che Pogba resti a Torino molto a lungo: la dirigenza bianconera avrebbe pronto per lui un contratto da cinque milioni di euro all'anno, bonus esclusi che, se non assicurerebbe al 100% la sua permanenza all'ombra della Mole, almeno rappresenterebbe un bel vantaggio per i Torinesi in caso di contrattazione con altri club.

La trattativa con Mino Raiola va avanti da settimane e la volontà del giocatore è quella di rimanere a Torino e di chiudere al più presto le trattative. Se si pensa che Pogba ha solo 21 anni, si capisce come la sua maturazione, da grande promessa a campione sia stata repentina e improvvisa e come il suo valore sul mercato sia arrivato a livelli non immaginabili quando sbarcò a Torino. Questo fa altresì capire come quella che fece la Juve è stato un colpo da storia del calciomercato, perchè vale la pena ricordare come Pogba (un po' come ora coman) sia arrivato a costo zero dai Red Devils.

Ora, dopo l'amichevole giocata con la sua Francia, dove ha deliziato il pubblico allo stadio e quello a casa sul divano con colpi da campionissimo che hanno fatto andare in estasi gli amanti del calcio e arrabbiare gli avversari, alcuni si chiedono quando possa valere il suo cartellino. Alcuni dicono 100 milioni di euro e, la somma comunque, non appare una valutazione esagerata. Quel che è certo è che siamo di fronte ad un campione e che Allegri e la Juve se lo terranno, ovviamente, molto stretto, anche a costo di fare uno sforzo economico notevole per i bilanci bianconeri.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.