Il ricordo di Jay-Z: ''Kobe mi disse 'Devi vedere giocare Gianna'...''

Il rapper ha ricordato l'ultimo Capodanno passato insieme a Kobe Bryant: ''Mi disse 'Devi vedere giocare Gianna'...era fiero di lei''

''Mi disse 'Devi vedere giocare Gianna' ...era così fiero di lei'' è il particolare intimo svelato da Jay-Z, riguardo Kobe Bryant, scomparso insieme alla figlia e ad altre sette persone nel tragico incidente dello scorso 26 gennaio.

A dieci giorni dalla tragedia di Calabasas, si aggiungono nuove testimonanze in ricordo dell'ex stella dei Los Angeles Lakers. Una di queste è arrivato dal rapper Jay-Z. Il 50enne produttore discografico, nonché procuratore sportivo con la sua Roc Nations Sport, che vanta tra i suoi assistiti anche l'interista Romelu Lukaku, Kevin de Bruyne e il cestista NBA Kenny Irving, ha raccontato i dettagli dell'ultimo incontro con Kobe Bryant.

Jay-Z e Beyoncé erano molti amici di Kobe Bryant e di sua moglie Vanessa, tanto che avevano anche passato l'ultimo Capodanno insieme, come ha rivelato il rapper in una sua recente conferenza alla Columbia University di New York: "Ci siamo visti più volte e l'ultima è stata a Capodanno, quando è venuto a casa mia. Era in un momento felice della sua vita e una delle ultime cose che mi ha detto è stata ‘Devi vedere Gianna giocare a basket'. Dopo la sua morte, per me è stata una delle cose più dolorose perché era così orgoglioso della figlia, e lo potevi notare anche solo dallo sguardo del suo viso. L'ho guardato e ho detto ‘Oh, diventerà una delle migliori giocatrici di basket al mondo'. Era così fiero di lei". "Era davvero un grande uomo – ha continuato commosso Jay-Z – Quando io e mia moglie lo abbiamo saputo è stata davvero dura e anche adesso per noi è difficile. Lui era un grande essere umano nel momento migliore della sua vita". La stessa Beyoncé, sconvolta dal dolore, nelle ore successive alla tragedia, aveva ricordato padre e figlia in un commosso post su Instagram: "Continuerò a pregare per le tue Regine. Ci manchi tantissimo Kobe".

Intanto la Harbour Day School ha ritirato la maglia numero 2 di Gianna Bryant, presente mamma Vanessa che ha postato video e foto della cerimonia accompagnandoli con parole piene di emozione. "Gianna mi manchi - ha scritto - sono stata così fortunata a svegliarmi per 13 anni vedendo il tuo viso meraviglioso. Avrei voluto che fosse così fino al mio ultimo respiro. Mamma ti ama infinitamente. Infinito più 1". Nel frattempo a Los Angeles si prepara la commemorazione in onore di Kobe. Potrebbe essere il 24 febbraio, non a caso proprio il numero magico, impresso sulla maglia della leggenda Nba.

Segui già la nuova pagina Sport de IlGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.