Sacchi lancia l'Inter: "Se la giocherà fino alla fine per lo scudetto"

Arrigo Sacchi ha incensato gli allenatori di Inter e Atalanta, Antonio Conte e Gian Piero Gasperini, per gli ottimi risultati ottenuti nei rispettivi club

Il campionato di Serie A si sta rivelando combattuto ed equilibrato rispetto agli anni passati con l'Inter di Antonio Conte ma anche la Lazio di Simone Inzaghi che stanno dando parecchio filo da torcere alla Juventus di Maurizio Sarri. Anche la Roma di Fonseca e soprattutto l'Atalanta di Gian Piero Gasperini stanno disputando una stagione all'altezza con i nerazzurri che si sono qualificati per gli ottavi di finale di Champions League.

Un grande esperto e conoscitore del gioco del calcio come l'ex tecnico del Milan Arrigo Sacchi, ai microfoni della Gazzetta dello Sport ha voluto ringraziare Gasperini ma anche Conte per le loro idee di calcio: "Conte e Gasperini sono uniti dalla grande passione e dallo stesso intento nobile: vincere con merito. Per questo dobbiamo ringraziarli. Il loro calcio è un messaggio etico. Senza dimenticare le società. Non c’è grande squadra senza grande società".

L'ex commissario tecnico della nazionale ha poi incensato la famiglia Percassi e il dirigente dell'Inter Giuseppe Marotta: "I Percassi sono competenti e persone per bene. L’empatia tra club, squadra e tifosi è unica. Ricordo una partita contro la Roma, c’era un’atmosfera da pelle d’oca. Tipo Liverpool. L’Inter ha il vantaggio di una lunga tradizione vincente. La storia conta. Marotta ha fatto fare un salto in avanti al club. Conte un altro, con un primo messaggio fondamentale".

Sacchi ha poi incensato la scelta dell'Inter di rinunciare a giocatori importanti come Icardi, Nainggolan e Perisic per dare un messaggio forte alla squadra: "L'Inter ha scelto un’idea tecnica ed etica di squadra e i giocatori funzionali all’idea, ha rinunciato con coraggio a 3-4 giocatori, come Icardi, ma così ha spedito un messaggio chiaro alla squadra: tutti dovranno essere eroi. Oggi quella nerazzurra è una squadra di eroi al servizio di Conte".

L'ex dirigente dell'Atletico Madrid è poi entrato nello specifico incensando Conte e Gasperini per riuscire a ottenere sempre il massimo dai suoi giocatori: "Lukaku sembra un altro rispetto all’inizio della stagione. Ma anche Lautaro Martinez è migliorato tantissimo. Solo Conte avrebbe potuto ottenere dall’Inter ciò che ha ottenuto in così breve tempo. Devo ricredermi su Pasalic. È maturato. Come Gosens. Lo dicevo: in questi anni Gasperini ha avuto diversi giocatori nuovi e mai galattici. Li ha fatti crescere tutti". Infine, Sacchi ha lanciato l'Inter nella volata scudetto che comprende al momento la Juventus di Maurizio Sarri e la Lazio di Inzaghi: "Se la giocherà fino in fondo per il titolo".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.