Serie A, il Genoa batte 2-1 il Milan nel deserto del Meazza

Serie A, il Milan di Pioli perde 2-1 contro il Genoa di Nicola: in rete Pandev, Cassata e Ibrahimovic. Sampdoria-Verona 2-1, Parma-Spal 0-1. Udinese-Fiorentina 0-0

La surreale 26esima giornata di Serie A ha avuto inizio alle ore 12:30 quando Parma e Spal pronte e dare vita al match dell'ora di pranzo rigorosamente a porte chiuse ma che ha rischiato di saltare ed è iniziata con 75 minuti di ritardo. La gara è stata vinta per 1-0 dai ferraresi di Luigi Di Biagio grazie alla rete su rigore di Andrea Petagna. Con questo successo la Spal sale a quota 18 punti mentre il Parma resta fermo a quota 35 ma con ancora una gara da disputare.

Alle 15 si sono disputate altre due partite con il Milan di Stefano Pioli che in un San Siro deserto ha perso a sorpresa per 2-1 contro il Genoa di Davide Nicola frutto delle reti di Goran Pandev e di Cassata. Di Zlatan Ibrahimovic la rete della rete della bandiera rossonera. Nell'altro match delle 15 la Sampdoria di Ranieri ha vinto per 2-1 in rimonta contro il Verona di Ivan Juric frutto della doppietta di Qugliarella che reso vanto il gol di Zaccagni. Alle 18 l'Udienese di Gotti ospiterà la Fiorentina di Beppe Iachini mentre alle 20:45 si disputerà il big match Juventus-Inter. Domani Sassuolo-Brescia chiuderà la 26esima tormentata giornata di Serie A ma ancora si attendono sviluppi in merito al presieguo del campionato.

Milan-Genoa 1-2 (ore 15)

Il Milan di Stefano Pioli cade malamente e inaspettatamente contro il Genoa di Davide Nicola in un Meazza deserto e in un clima surreale. A decidere la partita ci hanno pensato le reti dell'ex Inter Goran Pandev e di Cassata nel primo tempo con Ibrahimovic che ha reso gli ultimi 13 minuti più recupero un po' più frizzanti. Per quanto visto in campo, forse, il risultato più giusto sarebbe stato il pareggio con il Milan che ha avuto qualche chance per colpire e con Perin che si è dimostrato come al solito un valore aggiunto per i rossoblù. I rossoneri perdono una grossa chance per superare il Napoli e restano fermi a quota 38, il Genoa sale invece a quota 25 agganciando il Lecce di Fabio Liverani e a meno uno dalla Sampdoria di Ranieri.

Il tabellino

Milan: Begovic; Conti (91' Calabria), Gabbia, Romagnoli, Hernandez; Bennacer, Kessie; Castillejo, Calhanoglu (56' Bonaventura), Rebic (56' Leao); Ibrahimovic

Fenoa: Perin; Romero, Soumaoro, Masiello; Biraschi, Behrami (64' Jagiello), Schone (57' Sturaro), Cassata, Criscito; Pandev (79' Pinamonti), Sanabria.

Reti: 7' Pandev (G), 41' Cassata (G), 77' Ibrahimovic (M)

Parma-Spal 0-1 (ore 13:45)

La Spal di Luigi Di Biagio dà un senso al suo campionato, vince 1-0 a domicilio contro il Parma di Roberto D'Aversa e lascia l'ultimo posto della classifica. A decidere la sfida surreale del Tardini un calcio di rigore realizzato da Andrea Petagna con la partita che è stata in bilico dal primo all'ultimo minuto e con i padroni di casa che hanno avuto diverse chance per colpire ma sono poi stati affondati dal prossimo attaccante del Napoli. Parma fermo a quota 35 ma con ancora un match da giocare,

Il tabellino

Parma: Colombi; Darmian (42' st Siligardi), Iacoponi, Alves, Gagliolo; Grassi, Brugman (28' st Caprari), Kurtic; Kulusevski (37' st Karamoh), Cornelius, Gervinho.

Spal: Berisha; Cionek, Bonifazi, Vicari, Reca (34' Felipe); Valoti, Valdifiori, Missiroli, Murgia (44' st Tunjov), Fares (18' st Sala); Petagna.

Reti: 70' Petagna (S)

Sampdoria-Verona 2-1 (ore 15)

La Sampdoria di Claudio Ranieri vince per 2-1 in rimonta contro il Verona di Ivan Juric passato in vantaggio nel primo tempo grazie all'autorete di Audero. La doppietta di Fabio Quagliarella ha permesso ai blucerchiati di ottenere tre punti d'oro in chiave salvezza con i blucerchiati che salgono a quota 26 punti a più uno sulla coppia Lecce e Genoa e con i cugini del Grifone che proprio oggi hanno ottenuto tre punti pesanti vincendo per 2-1 sul campo del Milan di Pioli.

Sampdoria: Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Depaoli, Ekdal, Vieira (61' Linetty), Jankto; Quagliarella (90' Thorsby), Gabbiadini (61' Bonazzoli).

Verona: Silvestri; Rrahmani, Günter, Dawidowicz; Adjapong, Amrabat (87' Salcedo), Pessina, Lazovic; Zaccagni, Verre (72' Badu); Di Carmine (80' Pazzini).

Reti: 32' aut Audero, 77' e 86' Quagliarella (S)

Udinese-Fiorentina 0-0 (ore 18)

Finisce 0-0 e con tanti sbadigli il match della Dacia Arena tra l'Udinese di Gotti e la Fiorentina di Beppe Iachini che si dividono la posta in palio. Il pareggio a reti bianche smuove la classifica di entrambe le squadre con la viola che sale a quota 30 punti e con l'Udinese che stacca il Torino che resta fermo a quota 27 punti mentre i friulani salgono a quota 28

Il tabellino

Udinese: Musso; Becao, Ekong, Nuytinck; Stryger Larsen, De Paul, Jajalo (25’ s.t. Fofana), Mandragora, Sema (37’ s.t. Zeegelaar); Okaka, Nestorovski (17’ s.t. Lasagna)

Fiorentina:
Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Duncan, Badelj (42’ s.t. Pulgar), Castrovilli, Igor (27’ s.t. Cutrone); Chiesa, Vlahovic

La classifica di Serie A: Lazio 62, Juventus 60, Inter* 54, Atalanta* 48, Roma, 45, Napoli 39, Milan 36, Verona* e Parma* 35, Bologna 34, Cagliari* 32, Fiorentina 30, Sassuolo* 29, Udinese 28, e Torino* 27, Sampdoria* 26, Genoa e Lecce 25, Spal 18, Brescia 16.

*una partita in meno

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Libero 38

Dom, 08/03/2020 - 18:39

"Il milan cade ancora".Non credo che qualcuno abbia mai visto il milan camminare in piedi.