Serie A, la Juventus vince 3-1 e si riprende la vetta. Milan 0-0 contro il Sassuolo

Serie A, il Torino fa 3-3 contro il Verona. La Juventus strapazza 3-1 l'Udinese e torna in testa alla classifica. Il Bologna batte 2-1 l'Atalanta, il Milan fa 0-0 contro il Sassuolo. La Roma vince 3-1 contro la Spal

Dopo gli anticipi di ieri che hanno visto le vittorie di Brescia, Parma e Sampdoria la 16esima giornata di Serie a è proseguita con il match dell'ora di pranzo tra l'Hellas Verona di Ivan Juric e il Torino di Walter Mazzarri. I granata hanno letteralmente fatto harakiri facendosi raggiungere sul 3-3 dai gialloblù dopo essere stati avanti per 0-3. Per gli ospiti in rete Ansaldi con una doppietta e Berenguer, mentre per i padroni di casa in gol il redivivo Giampaolo Pazzini su calcio di rigore, Gianluca Verre a un quarto d'ora dalla fine e Stepinski all'84'. Con questo successo i granata salgono a quota 21 agganciando il Napoli di Gattuso mentre il Verona sale a meno uno dal Milan a quota 19.

Verona-Torino 3-3

Il tabellino

Verona: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat (63' Pazzini), Miguel Veloso, Lazovic; Zaccagni (46' Verre), Pessina; Di Carmine (46' Stepinski)

Torino: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Bremer; Ola Aina, Baselli (86' Meitè), Rincon, Ansaldi; Verdi (76' Lukic), Berenguer (73' Belotti); Zaza.

Reti: 36' e 60' Ansaldi (T), 55' Berenguer (T), 69' Pazzini (V) , 76' Verre (T), 84' Stepinski (V)

Juventus-Udinese

La Juventus di Maurizio Sarri ci mette un tempo per regolare la malcapitata Udinese di Gotti. I bianconeri di Torino vincono con un netto e rotondo 3-1 frutto della doppietta di Cristiano Ronaldo e di Leonardo Bonucci. Di Pussetto al 94' la rete della bandiera dei friulani. La gara è stata a senso unico per i padroni di casa che avevano voglia di riscattarsi in campionato dopo la brutta sconfitta subita settimana scorsa contro la Lazio. La Vecchia Signora supera così in classifica l'Inter che questa sera tenterà il controsorpasso in casa della Fiorentina di Vincenzo Montella. L'Udinese resta invece ferma a quota 15 punti.

Juventus-Udinese 3-0

Il tabellino

Juventus: Buffon; Danilo, Bonucci (76' de Ligt), Demiral, De Sciglio; Rabiot, Bentancur, Matuidi; Dybala (75' Bernardeschi); Ronaldo, Higuain (80' Douglas Costa)

Udinese: Musso; De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck; Ter Avest, De Paul (67' Walace), Mandragora, Fofana, Stryger Larsen; Okaka (61' Pussetto), Lasagna

Reti: 9' e 37' Cristiano Ronaldo (J), 45' Bonucci (J), 94' Pussetto (U)

Milan-Sassuolo 0-0

Il Milan di Stefano Pioli non riesce ad andare oltre lo 0-0 in casa contro il Sassuolo di Roberto De Zerbi che impone il pareggio ai rossoneri, autori di un ottimo secondo tempo con la traversa e il palo colpiti da Rafael Leoa e con tre ottimi interventi di Pegolo. Annullato il gol di Theo Hernandez al Var, nel primo tempo, per via del fallo di mano di Kessie. I rossoneri, dunque, non riescono ad ottenere la terza vittoria consecutiva dopo quelle contro Parma e Bologna e restano fermi al palo. La classifica dunque si muove di poco con il Milan che aggancia a quota 21 Napoli e Torino, mentre il Sassuolo si porta a quota 16 ma con ancora una partita da recuperare.

Il tabellino

Milan: Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessié (55' Paquetà), Bennacer, Bonaventura; Suso (85' Castillejo), Piatek (78' Rafael Leao), Çalhanoğlu

Sassuolo: Pegolo; Toljan, Ferrari (76' Romagna), Marlon, Kyriakopoulos; Magnanelli, Locatelli (79' Obiang); Berardi, Djuricic (69' Traoré), Boga; Caputo

Bologna-Atalanta 2-1

Il tabellino

L'Atalanta di Gian Piero Gasperini paga un po' a livello fisico e mentale la grande prestazione con vittoria e qualificazione in terra Ucraina in Champions League e perde in campionato per 2-1 contro l'ottimo Bologna di Sinisa Mihajlovic. I gol della partita, uno per tempo, sono stati realizzati da due ex calciatori dell'Inter: Rodrigo Palacio e Andrea Poli. Di Malinovskyi la rete della Dea a mezz'ora dalla fine che ha reso più frizzante la sfida fino alla fine. Con questo successo il Bologna si porta a quota 19, mentre l'Atalanta perde la grossa chance per portarsi al quarto posto e resta a quota 28 punti dietro a Roma e Cagliari che devono ancora giocare le rispettive partite contro Spal, oggi alle 18, e Lazio domani alle 20:45.

Bologna: Skorupski; Tomiyasu, Bani, Danilo, Denswil; Medel (63' Svanberg), Poli; Orsolini, Dzemaili, Sansone; Palacio (79' Santander)

Atalanta: Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Castagne (63' Hateboer), De Roon, Freuler (54' Barrow), Gosens; Malinovskyi, Pasalic; Muriel (83' Colley)

Reti: 12' Palacio (B), 53' Poli (B), 63' Malinovskyi (A)

Roma-Spal 3-1

La Roma di Fonseca batte per 3-1 in rimonta la Spal di Leonardo Semplici che potrebbe essere esonerato già nella serata di oggi. I gol della partita portano la firma di Petagna, su rigore a fine primo tempo, Pellegrini nella ripresa, Perotti, su rigore sempre nel secondo tempo e Mkhitaryan nel finale di gara. I giallorossi vincono meritatamente e si prendono così il quarto posto in solitaria a un solo punto dai cugini della Lazio che domani sera giocheranno contro il Cagliari in Sardegna. Sempre più ultima la Spal.

Roma: Pau Lopez; Florenzi, Cetin, Fazio, Kolarov; Veretout, Diawara; Zaniolo, Pellegrini, Perotti; Dzeko

Spal: Berisha; Tomovic, Felipe, Vicari; Cionek, Murgia, Missiroli, Valoti, Igor; Paloschi, Petagna.

Reti: 44' Petagna (S), 54' Pellegrini (R), 66' Perotti (R), 83' Mkhitaryan (R)

Alle 20:45 l'Inter di Antonio Conte giocherà sul campo della Fiorentina di Vincenzo Montella per riprendersi il primo posto in classifica. La 16esima giornata di Serie A si chiuderà domani sera alle ore 20:45 con il monday night tra il Cagliari di Rolando Maran e la Lazio di Simone Inzaghi.

La classifica di Serie A: Juventus 39, Inter 38, Lazio 33, Roma 32, Cagliari 29, Atalanta 28, Parma 24, Napoli, Torino e Milan 21, Verona e Bologna 19 e Fiorentina e Sassuolo 16, Udinese, Lecce e Sampdoria 15, Brescia 13, Genoa 11, Spal 9.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.